ANCORA UN ARRESTO PER L’OPERAZIONE “SUPER SANTOS”

ANCORA UN ARRESTO PER L’OPERAZIONE “SUPER SANTOS”

Nel pomeriggio di ieri è stata condotta in carcere D. S. D. C., cittadina italo-brasiliana destinataria di ordinanza di custodia cautelare in carcere, in quanto appartenente all’ormai smantellato sodalizio criminale che induceva in errore i Pubblici Ufficiali delle Anagrafi dei Comuni del Vco per l’ottenimento della cittadinanza italiana iure sanguinis, attraverso attestazione di false residenze. La donna, appena atterrata all’aeroporto di Malpensa con volo proveniente da San Paolo, si consegnava spontaneamente agli uomini della Squadra Mobile e al personale della Polaria.  L’operazione “Super Santos”, che aveva avuto grande risalto mediatico a livello nazionale, era stata illustrata dal  questore del Vco Salvatore Campagnolo e dal dirigente della Squadra Mobile Matteo Luconi (foto). Coordinata dalla Procura di Verbania,  dopo indagini protrattesi per oltre un anno aveva permesso di venire a capo della organizzazione che in soli tre giorni trasformava abusivamente brasiliani in cittadini italiani mediante  una sorta di “agenzie turistiche” insediate nel Vco.  Oltre 800 le persone diventate italiane con l’inganno al costo di 7.000 euro,  per un giro d’affari stimato in oltre 5 milioni di euro a dimostrazione dell’enorme business messo in piedi.  Già tratti in arresto 6 brasiliani.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.