CON “PROMETEO: OLTRE IL FUOCO” TORNA LA DANZA AL MAGGIORE

CON “PROMETEO: OLTRE IL FUOCO” TORNA LA DANZA AL MAGGIORE

La Compagnia Egribiancodanza si esibisce sul palco del Maggiore in Prometeo: oltre il fuoco sabato 23 febbraio alle ore 21. Dopo il grande successo all’inaugurazione della stagione 2018/2019 del Maggiore,  la Compagnia EgriBiancoDanza torna con uno spettacolo dedicato al mito di Prometeo, declinato al suo valore simbolico, archetipico e sociale con tutte le relative riflessioni estetiche, etiche e sociali su cui si incentrano i differenti lavori dei coreografi. Lo spettacolo creato solo un anno fa per la stagione de IPuntidanza è affidato a coreografi di fama internazionale: nella serata infatti coreografie di Patricia Apergi (Grecia), Raphael Bianco (Piemonte), Salvatore Romania (Sicilia).

Inoltre la Compagnia insieme a ospiti illustri organizza giovedì 21 febbraio alle ore 18 l’ultimo appuntamento de I Giovedì della Danza presso la Biblioteca Civica Ceretti, per raccontare qualche dettaglio in più riguardo allo spettacolo e affrontare tutte le tematiche attorno al mito di Prometeo. La mattina di venerdì 22 febbraio lo spettacolo verrà proposto agli alunni delle scuole.

Ecco dunque completata la trilogia della civiltà ideata da Raphael Bianco: “Orlando”, “Faust”, “Prometeo”, con questo programma dedicato al vessillifero della libertà donata agli umani a prezzo della propria vita. Sul tema di Prometeo si sono impegnati, con altrettante novità assolute, quattro coreografi, convenuti da quattro angoli del mondo: Patricia Apergi dalla Grecia (Prometheus and the rebels of today), Salvatore Romania dalla Sicilia (Prometeo), Marco Chenevier dalla Val d’Aosta (Le labbra di Prometeo) e il nostro coreografo residente, Raphael Bianco, che ha riservato per sé un breve tassello ispirato ad un personaggio femminile, (Steel orchid), quella Aung San Suu Kyi che senza armi né violenze ha portato la democrazia al suo tormentato Paese, pagandone lo scotto con 15 anni di dura prigione, a cui non l’ha sottratta neppure l’attribuzione del Nobel per la pace. Ne è scaturito un fiotto di creazioni, di caso in caso, passionali, provocatorie, ragionate, controverse, che ogni coreografo ha realizzato con piena autonomia di forma e contenuto, nell’esecuzione dei nostri partecipi artisti-danzatori.

Biglietti
On line www.ilmaggioreverbania.it/it/biglietti/    Presso l’Ufficio turismo (Iat) a Pallanza in via Ruga 44, dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 17, e nelle sedi comunali (Ufficio relazioni con il pubblico Urp a Intra in via Fratelli Cervi e a Pallanza in piazza Garibaldi dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30.
INTERO: SETTORE UNICO € 20,   OVER 65: SETTORE UNICO € 18,   RIDOTTO ABBONATI: SETTORE UNICO € 17.50,   UNDER 26: SETTORE UNICO € 16.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.