FRATELLI D’TALIA: “SUL BILANCIO IL QUARTO D’ORA PIU’ DIFFICILE DEL SINDACO MARCHIONINI”

FRATELLI D’TALIA:  “SUL BILANCIO IL QUARTO D’ORA PIU’ DIFFICILE DEL SINDACO MARCHIONINI”

Il segretario cittadino di Fratelli d’Italia, Alberto Cerni,  ci invia il seguente comunicato relato alla seduta del consiglio comunale in cui è stato approvato il bilancio:

Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo vissuto i quindici minuti più lunghi e difficili che il Sindaco Marchionini abbia trascorso dall’inizio del suo mandato. Un quarto d’ora speso sull’orlo di una crisi di nervi a cercare di convincere telefonicamente più di un consigliere di maggioranza a precipitarsi in Consiglio per garantire il numero legale per poter approvare il bilancio comunale. Uno spettacolo indecoroso che si sta ripetendo ormai con una certa frequenza. Per mancanza del numero legale é saltata qualche giorno fa la Commissione Urbanistica e per la mancanza del numero legale ha seriamente rischiato di saltare l’ultima seduta del Consiglio Comunale. Ci chiediamo quale credibilità possa ancora avere un Sindaco che un attimo prima tenta goffamente di convincere i Consiglieri di minoranza a garantire con la loro presenza il proseguimento dei lavori e poco dopo, all’arrivo del “consigliere corridore”, esulta lasciandosi andare ad atteggiamenti più da stadio che da Consiglio Comunale.

Sulla vicenda é intervenuto il nostro Consigliere Damiano Colombo “Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo assistito ad una sceneggiata indegna. Un sindaco preda di convulsioni isteriche che telefona all’impazzata a tutti i consiglieri comunali assenti scongiurandoli o, peggio, ingiungendo loro di correre a salvare una barca che ormai da tempo sta affondando. Poi, visibilmente alterata, si rivolgeva al sottoscritto dicendo che io e i colleghi di buon senso avremmo dovuto garantire alla maggioranza il numero legale per approvare il suo bilancio. All’arrivo del consigliere Cavallini, poi, si è toccato davvero il fondo con un sindaco che prima applaudiva come fosse in curva allo stadio e poi, additando i consiglieri di minoranza, sbraitava frasi come “Vi sta bene, vergognatevi”. Una situazione surreale che svilisce tremendamente il ruolo che la nostra istituzione deve ricoprire di fronte ai cittadini e che evidenzia ancora una volta quanto questa maggioranza sia osteggiata dai suoi stessi membri che, pur di non votare progetti assurdi e insostenibile come quello di Piazza Fratelli Bandiera, si assentano sottoponendoci a questi caroselli indegni di un’aula democratica. Per fortuna tutto questo sta per finire!“.

Nella foto Alberto Cerni

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.