LA LEGA SALVINI VCO REPLICA AL PD: “I PROBLEMI DELLA PROVINCIA FIGLI DELLE MANOVRE DEI GOVERNI DI SINISTRA”

LA LEGA SALVINI VCO REPLICA AL PD: “I PROBLEMI DELLA PROVINCIA FIGLI DELLE MANOVRE DEI GOVERNI DI SINISTRA”

Alberto Preioni, commissario della Lega Salvini Verbania, replica al comunicato in cui il Partito Democratico rivendica che la Regione Piemonte salva la Provincia del Vco nel silenzio del Governo:

La segreteria provinciale del Pd e il suo gruppo “Progetto Vco”, si sono resi nuovamente protagonisti di un comunicato che è frutto di un pericoloso mix fatto di disinformazione, cattiva fede e inconsistenza politica. Il nostro commento seguito alla notizia dell’accordo raggiunto tra Regione e Provincia per far fronte ai debiti di quest’ultima, ha evidentemente fatto saltare i nervi al Pd, che ha reagito producendo una replica carica di livore, ma priva di contenuti. In pieno stile Renzi, i vertici locali del partito hanno dato fiato alle trombe per incensare l’operato di Reschigna&C., omettendo di specificare che se lo stesso si fosse mosso prima, magari già ai tempi della scellerata gestione Costa, molto probabilmente le casse dell’Ente del Vco non si sarebbero svuotate, costringendo a ricorrere alla minaccia del dissesto. Evidentemente il Pd non fa tesoro degli errori del passato. A nulla, peraltro, è servito il progressivo disfacimento del partito, oggi giunto ai minimi storici e diviso in mille fazioni. La situazione economica della Provincia del Vco è particolarmente grave a seguito di una serie di manovre di finanza pubblica, a partire dal 2012, approvate dai Governi Monti, Letta e Gentiloni e in conseguenza della legge Del Rio si è vista tagliare le proprie risorse nella misura del 65 per cento. Sia al Governo, grazie all’azione del senatore Montani, sia a livello locale, grazie all’impegno mio e di tutto il direttivo, la Lega sta ribaltando le cattive abitudini del Pd. E allo stesso Pd che nel comunicato parla di “improvvisazione”, si risponde che oggi, grazie alla legge approvata alla Camera dei deputati, i canoni idrici dei grandi flussi saranno per il 60 per cento destinati alle Province. E’ soltanto uno dei provvedimenti che, dopo gli anni bui della sinistra, ridà finalmente fiato ai territori.

Nella foto Alberto Preioni

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.