LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D’ITALIA: “NO AD ALBERTELLA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE”

LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D’ITALIA: “NO AD ALBERTELLA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE”

Stop dal centrodestra ad Albertella presidente del consiglio comunale.Abbiamo già avuto modo di constatare come la proposta avanzata dal sindaco Silvia Marchionini di affidare la presidenza del consiglio comunale a Giandomenico Albertella (sulla quale i due si sono anche incontrati), abbia suscitato in ogni schieramento reazioni contrastanti sia tra i partiti che tra gli elettori.  Ora i partiti della coalizione di centrodestra, che alle ultime elezioni comunali hanno sostenuto la candidatura a sindaco di Albertella,  tolgono ogni dubbio al riguardo sostenendo che l’accettare la presidenza del consiglio comunale da parte dello stesso rappresenterebbe solamente un grave errore.  In un comunicato congiunto le segreterie cittadine e provinciali dei partiti di coalizione Lega Salvini, Forza Italia, Fratelli d’Italia spiegano i motivi della presa di posizione:  Riteniamo Giandomenico Albertella un ottimo amministratore, ma la politica è altra cosa ed il Pd lo sa, tant’è che non ha proposto la carica confrontandosi con i partiti di centrodestra e con lo stesso Albertella quale rappresentante della lista civica. Non si riesce politicamente a comprendere quali benefici possa avere per la città un accordo che taciterebbe ogni azione della di lui personale opposizione. Le sue capacità dovrebbero essere spese al servizio dei verbanesi, specie di quel quasi 50% dei verbanesi che hanno scelto di votare per il centrodestra e per lo stesso Albertella. Si aggiunga che dopo la campagna elettorale appare oggettivamente difficile spiegare alla cittadinanza (e in particolar modo ai nostri elettori) lo stringere accordi con chi ha passato settimane a gettare fango sullo stesso Albertella e su tutto il centrodestra. Non condividiamo l’entusiasmo espresso dalla lista civica Insieme per Verbania: le convergenze sui temi prioritari per la città si possono trovare facendo puntualmente proposte in consiglio comunale e richiamando quando necessario il sindaco e la giunta agli impegni presi in campagna elettorale, senza alcuna necessità di un passaggio come l’elezione di Albertella alla presidenza del consiglio. La coalizione dei tre partiti procederà verso l’annunciata opposizione costruttiva a testa alta, opposizione politica senza sorta di complicità col sindaco e la sua maggioranza e verso le nuove amministrative che verranno.    Il caso politico aperto da questa presa di posizione con la netta contrapposizione tra partiti della coalizione e lista civica non mancherà certo di suscitare discussioni e di avere conseguenze.  Di certo al momento pone fine alla prospettiva di Albertella presidente dell’assemblea di Palazzo Flaim.

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.