PROTOCOLLO D’INTESA PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STATALE 34

PROTOCOLLO D’INTESA PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STATALE 34

Il consiglio comunale di Cannobio ha approvato ieri sera il Protocollo di Intesa tra Regione Piemonte, Anas, Unione del Lago Maggiore, Comuni di Cannobio, Cannero Riviera, Oggebbio, Ghiffa  e Verbania, per  procedere alla realizzazione dei primi interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e di messa in sicurezza dei versanti lungo la Statale 34 del Lago Maggiore, dal confine di Stato a Ghiffa, tramite redazione di rilievi geomatici delle aree, degli studi, delle indagini sull’assetto geomorfologico dei versanti e dei progetti interessanti i tratti della Statale. Pur avendo raggiunto un importante obiettivo  –  dichiara il sindaco di Cannobio,  Giandomenico Albertella  –  questo non è il punto di arrivo ma una buona base di partenza. Ora sarà compito dei rappresentanti di ciascuno degli enti sottoscrittori impegnarsi nell’attuazione di quanto contenuto nel protocollo con un monitoraggio continuo affinché nel minor tempo possibile si redigano  studi, progetti e  si realizzino le opere di messa in sicurezza”.  Il protocollo mira a concordare le competenze tecniche ed economiche di ciascuna parte. Nello svolgimento dell’attività di competenza la Regione, anche tramite l’Unione dei Comuni, si impegna ad eseguire gli studi geomorfologici dei versanti – ad esclusione dei tratti dove sono previste le gallerie la cui progettazione sono in capo ad Anas –  e a progettare e realizzare gli interventi per la loro messa in sicurezza con le opere necessarie. Anas si impegna sviluppare lo studio geomorfologico del versante in corrispondenza delle gallerie paramassi , i relativi progetti e la loro realizzazione .

Con la firma del protocollo le parti concordano che le priorità degli interventi da realizzare, urgenti a tutela della pubblica incolumità, sono stimati in euro 60 ML €, così dettagliate: messa in sicurezza dei versanti (investimento previsto di 25 ML €); realizzazione di due gallerie paramassi (investimento previsto pari a 27 ML €); ulteriori interventi di messa in sicurezza (investimento previsto pari a 8 ML €).

Le risorse finanziarie per la copertura degli interventi risultano:   –   25 ML € da Fondi per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 (Delibera CIPE 98/2017) disponibili in favore della Regione Piemonte e da impegnare entro il 31/12/2021 con obbligazione perfezionata;   –   35 ML € dalla rimodulazione in corso di definizione del Contratto di Programma ANAS/MIT 2016-2020 sottoscritto in data 22.12.2017 e approvato con Decreto Interministeriale MIT/MET del 27.12.2017, n. 588, nella quale si prevede di inserire interventi di potenziamento e riqualificazione della SS 34. In attesa che si completi l’iter di rimodulazione del contratto di Programma, gli interventi saranno finanziati, in via di anticipazione, con le risorse destinate alla manutenzione straordinaria dallo stesso Contratto di Programma e non ancora utilizzate.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.