SUL BANCOMAT DI SUNA LA RISPOSTA DEL SINDACO

SUL BANCOMAT DI SUNA LA RISPOSTA DEL SINDACO

Alla iniziativa degli abitanti di Suna che hanno promosso una raccolta di firme per chiedere la riapertura di uno sportello bancomat dopo la chiusura definitiva di quello di Banca Intesa Sanpaolo sul lungolago che lascia la frazione priva di questo servizio,  ecco la risposta del sindaco Silvia Marchionini:

Capiamo e condividiamo le perplessità dei cittadini di Suna per la chiusura dello sportello Bancomat da parte di Intesa S. Paolo, ritenendo insufficiente per la nostra realtà la soluzione alternativa del servizio presso una tabaccheria della stessa Suna. Tuttavia, occorre essere franchi e realisti: la banca ha mantenuto il servizio per due anni dopo la prima comunicazione di cessazione, dovuta soprattutto a ragioni di sicurezza dello sportello (che era di Veneto Banca), tenendo conto che le logiche e le scelte della Banca, ovviamente, sono indipendenti dalla volontà del Comune. Ci stiamo attivando per chiedere se altri operatori bancari siano interessati e, come già per Fondotoce, abbiamo scritto a Poste Italiane per la collocazione di un ulteriore postamat (a ottobre sarà aperto appunto a Fondotoce), ottenendo per ora una risposta affermativa per un primo sopralluogo per capire la fattività della nostra proposta.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.