TANTI AUGURI, VERBANIA! UN COMPLEANNO “ELETTORALE”….

TANTI AUGURI, VERBANIA! UN COMPLEANNO “ELETTORALE”….

Giovedì 4 aprile 2019 Verbania festeggia 80 anni.  Al Centro Eventi Il Maggiore è in programma alle ore 16 un incontro per celebrare il compleanno della città. Dopo i saluti del sindaco Silvia Marchionini, interviene Leonardo Parachini su  Verbania compie ottant’anni: origine, istituzione e primi amministratori.  E’ prevista la presenza dei verbanesi 80enni e dei sindaci che hanno amministrato la città.

Un compleanno particolare quello con cui Verbania festeggia gli 80 anni e a renderlo tale è il clima della campagna elettorale in  cui esso viene a calarsi.  Infatti è un po’ come se si festeggiassero due città diverse, stando almeno alla visione che ne offrono le forze politiche in lizza. E di fatto chi fosse ignaro della realtà locale farebbe non poca fatica a raccapezzarsi ascoltando ciò che se ne dice qua e là.  Ecco allora la descrizione di una città viva e vitale dopo un quinquennio di sviluppo che ne ha migliorato la vivibilità, sempre più pulita, ordinata e sicura, ricca di stimoli culturali e di tante manifestazioni di spicco assoluto, con un nuovo teatro che cresce con grande successo, un turismo pure in continua crescita grazie a realizzazioni che gli offrono nuovi stimoli, importanti interventi ed opere che danno maggiore risalto agli aspetti più qualificanti della città.   Basta però spostarsi di qualche metro, ed ecco che si delinea  una Verbania triste e depressa, in piena crisi, priva di stimoli, reduce da un periodo che ne ha mortificato le ambizioni e l’ha ridotta in condizioni deplorevoli, sporca e insicura per i suoi abitanti e poco attraente per gli ospiti,  povera di iniziative e orfana delle manifestazioni che le davano fama e lustro,  con un nuovo teatro che si rivela un fallimento,  un turismo non supportato e di cui non si sfruttano le potenzialità,  investimenti pubblici sbagliati che compromettono la vivibilità e lo sviluppo. Insomma si fa scempio di equilibrio, misura, moderazione e pacatezza di giudizi, che lasciano il posto ad un linguaggio enfatico con esaltazioni o denigrazioni decisamente fuori misura.  Non resta che ascoltare i commenti dei cittadini che sanno esprimere virtù e vizi, pregi e difetti con linguaggio moderato restituendo la città alla sua vera dimensione.   E’ troppo pretendere che questo sia il linguaggio di partiti e candidati impegnati in una contrapposizione sfrenata,  ma è pur sempre un confortante riferimento ispirato al buon senso ed è con questo spirito che ci piace augurare a Verbania BUON COMPLEANNO!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.