“UMILIATI E OFFESI”. ALL’INDOMANI DEL SUCCESSO ELETTORALE NELLA LEGA SI DIMETTONO I SEGRETARI E SCOPPIA LA POLEMICA

“UMILIATI E OFFESI”. ALL’INDOMANI DEL SUCCESSO ELETTORALE NELLA LEGA SI DIMETTONO I SEGRETARI E SCOPPIA LA POLEMICA

Dimissionario il segretario della Sezione di Verbania, Roberto De Magistris, e con lui il consiglio direttivo. Dimissionari i segretari delle Sezioni di Baveno-Stresa,  Trontano, Valle Strona.  Il paradosso è che la polemica scoppi non in un partito sconfitto nelle elezioni, ma in quella Lega che dalle urne è uscita vincente come primo partito del Vco.  Alla base del netto dissidio la candidatura di Enrico Montani:  Le candidature da noi proposte – dice De Magistris –  sono state buttate nel cestino e ci siamo visti calare dall’alto in un collegio blindato la candidatura di Montani, un nome non gradito e non bene accetto sul territorio.  Non c’è nessuna coerenza, si è mancato di rispetto allo statuto e ai metodi democratici, a chi ha sempre rispettato le regole e la disciplina di partito. Ci sentiamo umiliati e offesi.  Particolarmente duri per un  simile comportamento i toni del segretario cittadino di Verbania, leghista della prima ora e che ha visto il partito aumentare di sei volte i suoi voti dal momento in cui vi ha aderito.   Abbiamo atteso il dopo voto per lasciare – aggiungono i dimissionari -, perché ci interessava non compromettere il risultato della Lega, di cui restiamo militanti in attesa dello sviluppo degli eventi. Conseguenza eclatante della situazione venutasi a creare, il fatto  che la conferenza stampa convocata nella sede si è tenuta invece sulla strada, poiché la porta di accesso è stata chiusa ai dimissionari.

Nelle foto la conferenza stampa sulla strada

  1. Incominciamo bene….

    Reply
  2. almeno noi abbiamo il coraggio di criticare i vertici se qualcosa non ci garba…

    Reply
    • ecco perché ritorna uno che se ne era andato…. Comunque a me risulta che anche altri facciano lo stesso, senza espulsioni od epurazioni di sorta!

      Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.