UN CORSO PER DIVENTARE TUTOR DI COMUNITA’. APERTE LE ISCRIZIONI

UN CORSO PER DIVENTARE TUTOR DI COMUNITA’. APERTE LE ISCRIZIONI

Partirà il prossimo 14 maggio il corso per Tutor di Comunità, organizzato nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera “WelComTech, reti a sostegno dell’anziano” che coinvolge il Verbano Cusio Ossola, il Canton Ticino e la Valle d’Aosta. Si tratta di un progetto nato nel contesto di due esperienze progettuali cresciute su questi territori: “La Cura è di Casa” per il Vco e “Sostegno alle persone anziane e vulnerabili mediante l’adozione di soluzioni innovative” per il Canton Ticino e la Valle d’Aosta, che hanno individuato proprio la figura strategica del Tutor di Comunità.

WelComTech è un ulteriore sviluppo di queste esperienze, che si propone di inserire in questa logica complessiva di comunità di servizi per l’anziano anche le nuove tecnologie e un approccio digitale alle attività di cura e di assistenza. Il Tutor di Comunità diventa in questo senso il primo veicolo culturale per gestire questa “rivoluzione” che rappresenterà il futuro dei servizi sul territorio.

Come si svolge il corso e chi lo organizza?

Il corso per Tutor di Comunità è così articolato:

  • 8 incontri in presenza gestiti da formatori ticinesi;
  • 4 laboratori in presenza e un corso online coordinato dal Cremit dell’Università Cattolica

Partecipano all’organizzazione il LISS – Laboratorio di Ingegneria dello Sviluppo Schürch, capofila svizzero del progetto, il fornitore di tecnologia e di formazione Eustachio del Canton Ticino, Vco Formazione, Enaip e il Cremit – Centro di ricerca sull’educazione ai media all’innovazione e alla tecnologia dell’Università Cattolica di Milano, nonché Accura-GPI fornitore dei sistemi di monitoraggio dei parametri clinici.

Il corso, gratuito, inizierà il 14 maggio e finirà nel mese di settembre.

Le lezioni si terranno prevalentemente il venerdì e il sabato, con una pausa nei mesi di luglio e agosto. Si tratta di 50 ore in presenza di cui 32 nelle sedi di Vco Formazione e le restanti presso la sede dell’istituto Sacra Famiglia di Verbania. Gli 8 incontri in presenza, gestiti dai formatori di Eustachio, si svolgeranno presso la sede di Vco Formazione di Verbania e Omegna, con l’obiettivo di mettere a fuoco bisogni e identità dell’anziano beneficiario. I 4 laboratori in presenza coordinati dal Cremit, saranno sviluppati presso Sacra Famiglia e sono finalizzati a evidenziare le opportunità delle tecnologie di comunità. Il corso sarà completato con un modulo mooc online di 15 ore, gestito sempre dal Cremit dell’Università Cattolica di Milano.

Chi sono i candidati ideali?

Due sono i target a cui è rivolto il corso: il primo di età compresa tra i 18 e i 40 e il secondo tra i 40 e i 60 anni con predisposizione o esperienze specifiche nel sociale e la voglia di mettersi in gioco per la comunità. E’ importante specificare che il compito fondamentale del tutor di comunità è quello di favorire la costruzione di legami sia fisici che digitali sul territorio.

Quali sono le competenze che saranno acquisite alla fine del corso?

A fine corso verranno rilasciati dagli organizzatori del corso attestati specifici per le formazioni in presenza e online. Il tutor di comunità sarà il pilastro del nuovo sistema del welfare di comunità, capace di ricostruire i legami nella società. Questa è la prima esperienza in assoluto nel territorio del Verbano Cusio Ossola, ma in futuro si prevede l’attivazione di questa figura anche in altri contesti di fragilità e situazioni di bisogno.

Contatti per iscriversi:+39 338 7802689   info@welcomtech.org   www.welcomtech.org

COMUNICATO STAMPA

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.