AL VIA DELL’ANNO SCOLASTICO CI SONO ANCHE FIGLI DI MIGRANTI

AL VIA DELL’ANNO SCOLASTICO CI SONO ANCHE FIGLI DI MIGRANTI

Aule aperte da oggi per tutti gli scolari verbanesi, eccetto quelli del Cobianchi per le note vicende, con l’avvio delle lezioni del nuovo anno scolastico.   Il campanello suona anche per una dozzina di migranti accolti in città e per sei di loro accolti nella casa delle Suore di Maria Consolatrice a Cresseglio, giovanissimi tra i 15 e i 17 anni originari dell’Africa sub sahariana,  c’è da registrare una singolare iniziativa. Le volontarie dell’Associazione Cuori di Donna Onlus, raccogliendo l’appello lanciato dal Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano che ha chiesto aiuto per acquistare il materiale scolastico necessario ai ragazzi, hanno consegnato ai sei giovani quelli che saranno i loro zaini, completi di quaderni, matite, gomme, diari, album e squadre per il disegno. Insomma, tutto l’occorrente per frequentare al meglio le lezioni. L’associazione ha anche donato quaderni e fogli per gli altri profughi adulti che frequentano a Cresseglio i corsi di italiano per inserirsi al meglio nella nostra società.  In questa prima occasione di incontro tra Cuori di Donna e i giovani migranti – dichiara la presidente Debora Fonio – è già nato un rapporto di collaborazione e di amicizia che sicuramente proseguirà con altre iniziative. Vorremmo ringraziare sentitamente la cartoleria di Lorena Riboni di Intra per averci agevolate nell’acquisto del materiale scolastico.   Alla consegna hanno partecipato anche il presidente del Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano Franco Diazzi e la direttrice Chiara Fornara, insieme agli operatori Lorenzo, Giulia e Riccardo. Dall’aprile dello scorso anno –  dichiara Diazzi – il Consorzio è partito con questa nuova “avventura” professionale, nata dalla richiesta di rispondere all’appello emergenziale del Ministero degli Interni. Oggi con l’ingresso dei nostri ragazzi nelle scuole della città aggiungiamo un altro tassello al progetto di integrazione, indispensabile per costruire ponti e abbattere i muri. La generosa donazione di materiale scolastico, che l’Associazione Cuori di Donna ha offerto ai ragazzi migranti, ci conferma la convinzione che il nostro Paese e il nostro territorio, pur in un momento di crisi, è capace di dare risposte razionali e non solo emotive ai bisogni delle persone, anche per coloro che arrivano dalla fine del mondo. Grazie per questa sensibilità mai scontata.

Foto Cesare Grossi.

scuola migranti 1

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.