CARABINIERI PARCO VAL GRANDE, RESOCONTO DELL’ATTIVITA’ NEL 2019

CARABINIERI PARCO VAL GRANDE, RESOCONTO DELL’ATTIVITA’ NEL 2019

La attività operativa del Reparto Carabinieri Parco Nazionale Val Grande per l’anno 2019 conferma il trend positivo in termini di controlli, attività di polizia e monitoraggio delle componenti ambientali. Il maggior afflusso di turisti, escursionisti e fruitori del Parco ha determinato un incremento di presenze e di conseguenza dei controlli eseguiti dalle pattuglie di carabinieri forestali, rispetto agli anni precedenti. Nel corso del 2019 sono stati effettuati 2151 controlli, sono state controllate 499 persone e 221 veicoli. L’attività repressiva ha visto un incremento di sanzioni amministrative e penali, in particolare per reati di inquinamento e di pericolo connessi al rischio di incendio in stato di grave pericolosità e per le attività di tutela della fauna e della flora. Anche il volume in termini si servizi a piedi è incrementato, arrivando a percorrere un totale di 3.821 km per un totale di 375.037 m di dislivello, per ogni pattuglia. Oltre i controlli di polizia e le operazioni di protezione civile e soccorso, l’attività si è pure focalizzata sui censimenti di specie alpine, cervo, camoscio e cinghiale, predazioni e monitoraggio dei grandi carnivori, censimento dell’avifauna. Per quanto riguarda i tetraonidi il personale del Reparto Carabinieri Parco ha effettuato una serie di monitoraggi sulnvenimento della pernice bianca, precedentemente scomparsa dall’area protetta.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.