DOCENTI DEL VCO: SEDI PROVINCIALI PER IL CONCORSO STRAORDINARIO SCUOLA

DOCENTI DEL VCO: SEDI PROVINCIALI PER IL CONCORSO STRAORDINARIO SCUOLA
La richiesta di sedi provinciali per il Concorso Straordinario Scuola 2020 è argomento della seguente lettera che i docenti del Vco inviano ad autorità regionali, provinciali e comunali:
La crescita esponenziale dei contagi da Covid che abbiamo registrato in questi ultimi giorni (le cui cause vanno fatte risalire almeno a 15 giorni prima, come ci ribadiscono da mesi gli esperti del settore) ha di fatto costretto chi ha responsabilità di governo nazionale e locale ad adottare provvedimenti drastici. Tesi a limitare al massimo contatti e spostamenti non considerati essenziali.
In questo quadro proprio nelle stesse giornate ha preso il via il concorso straordinario scuola 2020 per l’immissione in ruolo di docenti con almeno 36 mesi di servizio. Stiamo parlando del cosiddetto concorso straordinario per la scuola, da definizione riportata dalle testate giornalistiche e televisive per denotarlo. La procedura, è bene ricordarlo, si protrarrà fino a metà novembre circa per il suo espletamento. 
I partecipanti svolgeranno la loro prova suddivisi per classe di concorso, vale a dire per le singole materie d’insegnamento. 
Le modalità del concorso stabilite dal Ministero prevedono l’accorpamento di alcune regioni in singole sedi, a volte molto distanti dai luoghi di residenza o di domicilio dei partecipanti.
 Ciò comporta inevitabilmente lunghe trasferte e conseguente utilizzo del trasporto pubblico, fattore che si è rivelato come l’anello debole della catena di prevenzione dei contagi. Anello debole che rischia molto seriamente di vanificare le precauzioni ed i protocolli di distanziamento previsti per i luoghi di svolgimento del concorso.
 In questa situazione fortemente preoccupante dal punto di vista epidemiologico (piccolo inciso: fin dalla sua indizione non è parsa un’idea felice la calendarizzazione del concorso in questo periodo, con l’ipotesi adombrata dall’intero mondo scientifico di una “seconda ondata” in autunno; non si tratta quindi di un “fulmine a ciel sereno” questa situazione attuale ….) la preoccupazione principale che emerge dalle misure in via di adozione è proprio quella di limitare i contatti di presenza e le possibili occasioni di assembramento. 
Abbiamo appreso che il fresco DPCM varato la notte scorsa prevede la sospensione dei concorsi pubblici programmati nelle prossime settimane. Con l’eccezione di quelli già in corso di svolgimento, come nel caso del concorso straordinario della scuola. 
Chiediamo a gran voce di tutelare la salute dei docenti prevedendo celermente la forte riduzione se non l’azzeramento degli spostamenti dei partecipanti per raggiungere le sedi concorsuali. 
A tal fine riteniamo opportuno si organizzino sedi di concorso su base almeno provinciale se non distrettuale affinché non si contribuisca ad affollare ulteriormente il carico sul trasporto pubblico (un carico a nostro avviso da considerarsi “non essenziale” nella fattispecie concorsuale).
 Chiediamo quindi alla Provincia del VCO ed ai Comuni rientranti nella stessa di attrezzarsi per predisporre sedi dove poter svolgere le prove, ottemperando così alle indicazioni di estrema cautela nella prevenzione di possibili fonti di trasmissione del Covid. 
I DOCENTI DEL VERBANO CUSIO OSSOLA

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.