ESASPERAZIONE E DISAGI CRESCONO PER LE INCERTEZZE SULLA RIAPERTURA DELLA STATALE 34

ESASPERAZIONE E DISAGI CRESCONO PER LE INCERTEZZE SULLA RIAPERTURA DELLA STATALE 34

Riaprirà prima di Natale? O forse dopo e chissà quando? Sono interrogativi che restano attuali sulla riapertura del traffico lungo la Statale 34, bloccato dalla frana caduta a Cannero Riviera, sopo l’ultimo incontro in Prefettura e dopo le dichiarazioni del Sindaco di Cannero che parla di 50 per cento di probabilità per la riapertura entro il 25 dicembre.  Analizzando attentamente le cose dette nel confronto tra amministratori e tecnici saremmo propensi a ritenere che la probabilità del regalo natalizio della riapertura sia piuttosto improbabile ed abbia una percentuale ben inferiore al 50 per cento, anche se  saremmo ben felici di sbagliarci. Sta di fatto che disagi ed esasperazione aumentano. A Verbania basta ascoltare i commercianti per capire quali danni stia portando la prolungata interruzione: la loro esasperazione è cresciuta dopo l’annuncio dell’ulteriore rinvio, con il quale vengono persi per la clientela proveniente dalla Svizzera tutti i week end del periodo natalizio.   Le problematiche si estendono naturalmente ad altri settori e ai lavoratori frontalieri e riguardano in modo sempre più pesante anche Cannobio.  Lo ha evidenziato il nervosismo affiorato nel confronto fra il sindaco Giandomenico Albertella e il direttore dei lavori Itali Isoli.   Albertella evidenzia che disagi e costi per la popolazione, per le imprese, per le emergenze sanitarie e per l’amministrazione stanno raggiungendo livelli non più sopportabili: certo i lavori sono difficili e va garantita la sicurezza dei lavoratori in azione,  ma il Sindaco aggiunge che bisogna evitare ulteriori rinvii della riapertura e lavorare a pieno regime senza alcuna interruzione per la gravità dell’emergenza.

Nella foto il sindacio Albertella accigliato durante l’ultimo incontro in Prefettura.

  1. hanno ragione a lamentarsi, del resto in un paese dove la priorità sono le olimpiadi o altre simili stupidaggini, cosa mai bisogna aspettarsi di serio???

    Reply

Lascia un commento a marco Cancella il commento

La tua email non sarà pubblicata.