FANTACINEMA NOSTRANO IN BIBLIOTECA

Prende il via domani alle ore 21 alla Biblioteca Ceretti “itAlieni fantascienza nostrana”, ciclo di proiezioni dedicato alla fantascienza italiana, genere che si muove spesso senza originalità, ricalcando senza fantasia modelli stranieri e finendo per scadere in una sorta di commedia o in parodia di un film famoso.  La rassegna in questione intende invece presentare tentativi piuttosto originali di trovare una strada nazionale alla fantascienza. Molti di essi hanno un forte aggancio alla società italiana: in alcuni casi la presenza di un alieno agisce come cartina al tornasole delle contraddizioni e/o di un perdurante provincialismo (OmicronIl disco volante),  in altri come La decima vittima la drammaticità del contesto viene risolta “all’italiana”, in altri casi siamo invece di fronte a un’inventiva prodigiosa totalmente proiettata su altri mondi e altri tempi (Terrore nello spazio, saccheggiato da Alien) o sul nostro pianeta irriconoscibile (Nirvana) o che riadatta temi già trattati (Scontri Spaziali); ci sono infine veri e propri mondi distopici a cui si giunge e da cui non si vuol fuggire (L’invenzione di Morel), oppure mondi colonizzati da una società paradossalmente sopravvissuta seppure in chiave satirica per sbeffeggiare il presente (Fascisti su Marte).  Il primo film in programma domani sera è Omicron di Ugo Gregoretti, poi le proiezioni proseguiranno al mercoledi alle ore 21 fino al 2 aprile.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.