FREE PIEMONTE WIFI E FINANZIAMENTO EUROPEO PER POTENZIARE IL SISTEMA WIFI CITTADINO

FREE PIEMONTE WIFI E FINANZIAMENTO EUROPEO PER POTENZIARE IL SISTEMA WIFI CITTADINO

Dal mese di novembre il Comune di Verbania aderisce a FreePiemonteWiFi, rete delle città dotate di wifi libero. In tutte le aree coperte dal segnale di FreePiemonteWiFi un cittadino o un turista può, previa autenticazione, connettersi alla rete in modalità wi-fi con il proprio dispositivo ed usufruire di un accesso gratuito ad internet per un massimo di quattro ore al giorno, anche non consecutive, o fino al raggiungimento di 500MB di traffico dati (in download e upload).  Per l’autenticazione sono possibili due modalità: l’utente già in possesso di credenziali (username e password) di FreeItaliaWifi o di SPID può utilizzarle anche per l’accesso al servizio di Verbania; oppure l’utente non in possesso di tali credenziali può registrarsi seguendo le indicazioni di accesso al servizio o sul sito https://www.freepiemontewifi.it FreePiemonteWiFi è una rete federata a FreeItaliaWifi, pertanto le credenziali di accesso al servizio possono essere utilizzate anche per l’accesso alle altre reti federate diffuse in tutta Italia.

In città è possibile navigare in Internet gratuitamente nei seguenti punti:

INTRA  Via Rosmini, c.so Garibaldi: ci sono due antenne, una posizionata all’ingresso del parcheggio Rosmini e una all’angolo fra via Rosmini e Corso Garibaldi;   Piazza Ranzoni;   Piazza Flaim;   Corso Mameli, vecchio imbarcadero;   Piazza San Rocco;   Piazza San Vittore;   Centro Sociale di Renco.

PALLANZA   Biblioteca civica e parco di Villa Maioni;   Lungolago nei dintorni di Palazzo di Città;   Piazza Città Gemellate;   Ospedale;   Museo del Paesaggio.

SUNA   Lungolago

POSSACCIO   Zona Kantiere

Ma non è questa l’unica novità. L’INEA (Innovation and Networks Executive Agency) dell’Unione Europea ha selezionato la città di Verbania tra le molte a cui fornire un contributo per sviluppare la connettività pubblica WI-FI per i cittadini residenti e i visitatori. Le città premiate con il contributo sono state scelte tra quelle dell’Unione Europea più Norvegia e Islanda, che sono parte dell’Area Economica Europea. La connettività WI-FI libera è ormai considerata unanimemente uno dei servizi digitali più importanti per migliorare la competitività di una città, come la banda larga attraverso la connessione in fibra ottica. Il contributo di 15.000 euro potrà venire usato per installare ed attivare altri hot spot WI-FI. Contiamo di installarli in quartieri meno centrali rispetto agli altri già esistenti – commenta l’assessore ai servizi informatici Giovanni B. Margaroli – in modo da dare questa opportunità anche alle aree più esterne, nei cui confronti l’amministrazione ha particolare attenzione. 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.