GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO: LE INIZIATIVE DELL’ASL VCO

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO: LE INIZIATIVE DELL’ASL VCO

In occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco del 31 maggio  l’ASL VCO apre le sedi SerD offrendo il 31 maggio, dalle ore 14.30 alle 16 con accesso libero e gratuito, la possibilità di sottoporsi a test diagnostici per la dipendenza da nicotina e di porre domande agli operatori presenti. Le sedi SerD sono situate: a Verbania in via Crocetta 13, a Domodossola in via Pietro Nenni 11, ad Omegna in via De Angeli 109. La Direzione Generale invita i cittadini a cogliere questa opportunità di confronto con professionisti preparati e competenti.

Il fumo di tabacco rappresenta secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità la seconda causa di morte nel mondo e la principale causa di morte evitabile. Quasi 6 milioni di persone perdono la vita ogni anno per i danni da tabagismo e, fra le vittime, oltre 600.000 sono non fumatori esposti al fumo passivo. In Italia si stima che siano attribuibili al fumo di tabacco oltre 93.000 morti (il 20,6% del totale di tutte le morti tra gli uomini e il 7,9% del totale di tutte le morti tra le donne), con costi diretti e indiretti pari a oltre 26 miliardi di euro (Tobacco Atlas sesta edizione). Per quanto riguarda i tumori, il tabacco è il fattore di rischio con maggiore impatto a cui sono riconducibili almeno 43.000 decessi annui. Il tabagismo, considerato da sempre un semplice “vizio” o “abitudine”, risulta essere invece una vera e propria dipendenza.  Obettivo della Giornata è evidenziare i rischi per la salute associati al consumo di tabacco e sostenere politiche efficaci per ridurne il consumo. La tematica proposta dall’Ons per il 2022 mira a sensibilizzare sull’impatto ambientale del tabacco, dalla coltivazione, alla produzione, alla distribuzione e ai rifiuti. La riduzione del consumo di tabacco deve essere identificata come una leva fondamentale per il raggiungimento di tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile, non solo quelli direttamente correlati alla salute. Smettere di fumare, a qualsiasi età, porta sempre ad un miglioramento, piccolo o grande che sia, delle condizioni generali di salute con benefici pressoché immediati e benefici a medio e lungo termine sulle patologie oncologiche, respiratorie e cardiovascolari; inoltre contribuisce a ridurre l’impatto sull’ambiente, andando a preservare le già scarse risorse del nostro pianeta.

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.