GIOVANI E STUPEFACENTI, UN FENOMENO CHE SI AGGRAVA

GIOVANI E STUPEFACENTI, UN FENOMENO CHE SI AGGRAVA

Sono purtroppo sempre preoccupanti gli episodi che coinvolgono i giovani nel mondo della tossicodipendenza.  L’ultima notizia in materia resa nota dalla Polizia giunge da Domodossola dove, durante l’attività che è stata predisposta nei giorni scorsi per risolvere problemi della movida,  è stata pure predisposta un’attività finalizzata alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope. In tale ambito sono stati individuati alcuni ragazzi intenti ad utilizzare un macinatore per preparare marjuana in gergo chiamato “grinner”.  I giovani, successivamente identificati e residenti nel capoluogo ossolano, erano di età compresa tra i 16 e i 17 anni. Gli operatori,  dopo aver controllato i predetti e fattisi consegnare il “grinner”,  constatavano che al suo interno vi era della marjuana pronta per essere consumata. Da un successivo controllo veniva rinvenuto all’interno degli slip di un minorenne un involucro di cellophane trasparente contenente circa 15 grammi di marjuana e ulteriori accertamenti effettuati sul suo smartphone permettevano di rilevare messaggi in cui si evinceva che il giovane aveva intrapreso accordi per cedere la sostanza ad altri minorenni.  I ragazzi venivano deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Torino e successivamente affidati ai genitori.   Proseguono attività di indagine per verificare la consistenza del fenomeno volti e individuare eventuali luoghi interessati all’attività di spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti .ai giovani.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.