GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA CON CROSS FESTIVAL

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA CON CROSS FESTIVAL

Dopo i primi appuntamenti di sabato 12 e domenica 13, CROSS Festival riprende martedì 15 giugno a Villa Giulia con una prima nazionale, la performance Topography of Breath 2.0 di Pat Toh, da Singapore, che concentra il suo lavoro sull’indagine dei resti, degli effetti e del trauma dell’ideologia. L’evento è caratterizzato da una mescolanza di digitale e performance dal vivo, con l’esibizione di Sara Vilardo.

La Compagnia Tardito Rendina porta a CROSS Festival, mercoledì 16 giugno a Il Maggiore, lo spettacolo Sonjacon taglio ironico e irriverente Sonja, personaggio dell’opera Zio Vanja di Anton Cechov, prende le distanze dal dramma famigliare dell’opera originale, sfogandosi e dando voce a una interiorità invisibile e sorprendente.

 Elisa Sbaragli presenta a Casa Ceretti giovedì 17 e venerdì 18 giugnoBesides Me, una coreografia interpretata da Sissj Bassani in cui si riflette sull’uomo che si sente epicentro, messo invece in discussione dal corpo, costante richiamo a mettersi in relazione con il fuori da sé. La serata di venerdì programma prosegue nella Sala Blu de Il Maggiore dove Irene Russolillo porta in scena Dov’è più profondo, frutto della residenza CROSS Award 2020: un live-set di danza, voci e musica che recupera forme di oralità e canto tradizionale del territorio trasformandole in colonna sonora originale che travolge e stravolge la tradizione.

Forte dell’esperienza della Walk Edition 2020 anche questa edizione del festival è diffusa: non solo i molti luoghi di spettacolo, ma anche un’escursione artistica nella natura del Sacro Monte di Ghiffa sabato 19 giugno con la nuova creazione della Compagnia Zerogrammi diretta da Stefano Mazzotta. Elegia delle cose perdute, ispirata al romanzo I Poveri del portoghese Raul Brandao, esplora la separazione dell’essere umano dalle proprie radici e dalla propria identità. Uno spettacolo intenso fra malinconica nostalgia e desiderio di riscatto che fiorisce da un anelito comune a tutti gli uomini e trova perfetto spazio scenico nella magia della Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.