I TIFOSI DEL TORINO CLUB VERBANIA IN FESTA

I TIFOSI DEL TORINO CLUB VERBANIA IN FESTA

Ben 55 anni di storia nel segno dei colori di una squadra di calcio significano per natura passione, fede, leggenda, eroismo e sicuramente sofferenza. Tutto ciò accompagnato da uno storico e proverbiale attaccamento da parte dei tifosi che nell’arco del campionato e in queste occasioni non fanno mai mancare il loro apporto. Con queste parole il Torino Club Verbania commenta la festa per il 55° Anniversario di fondazione del “Torino Club Verbania 1964” tenutasi al Chiostro di Intra. Una giornata che l’attuale presidente Luigi Dessimone ha più volte ricordato all’insegna del ricordo dello storico presidente Giorgio Agrati che, con passione e impegno ha guidato il Club per più di trent’anni. La festa ha  però preso il via  già alla mattina al campo da calcio di Possaccio dove si sono impegnate in una partita 11 contro 11 le squadre del Torino Club Verbania contro il Toro Club S.Maurizio d’Opaglio per il trofeo “V Memorial Giorgio Agrati”. Al termine del match giocatori e quasi 100 tifosi si sono spostati presso il ristorante dove hanno colorato le sale di granata.

Presenti al pranzo, oltre al presidente Dessimone, l’ex calciatore Gianluigi “Gigi” Lentini e l’ex campione d’Italia del 1976 Roberto “Faina” Salvadori, che si sono lasciati andare a ricordi e testimonianze del passato inerenti alla squadra granata.  Presente anche Beppe Giampà, cantautore torinese e autore di diversi pezzi legati alla squadra granata ed al Grande Torino che ha allietato i presenti con intermezzi musicali.  La giornata è stata presentata da Gino Strippoli, scrittore e giornalista professionista presso il Comune di Torino nonché presentatore della trasmissione “Toro scatenato”.  Sono pure intervenuti i figli di Agrati, che in un commovente racconto  hanno ricordato la figura del papà Giorgio, recentemente scomparso, e di come ha saputo interpretare e trasmettere quotidianamente la sua passione per il Toro. Al termine del pranzo la Torta Granata che tra cori e inni,  ha suggellato una bella festa ricca di speranza e amore per i colori del Torino. Poi l’appuntamento all’anno prossimo con nuove sorprese…

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.