ISCRITTI AL PD SOSTENITORI DEL SINDACO MARCHIONINI: “RAFFORZARE L’AZIONE DELLA SQUADRA DI GOVERNO PER PROSEGUIRE IL RILANCIO DELLA CITTA'”

ISCRITTI AL PD SOSTENITORI DEL SINDACO MARCHIONINI: “RAFFORZARE L’AZIONE DELLA SQUADRA DI GOVERNO PER PROSEGUIRE IL RILANCIO DELLA CITTA'”

RAFFORZIAMO LA COESIONE DELLA SQUADRA PER IL BUON GOVERNO DELLA CITTA’ DI VERBANIA è l’esortazione che giunge dagli iscritti al Partito Democratico a sostegno del sindaco Silvia Marchionini  che si riconoscono nella sua azione e rendono note le motivazioni del dissenso al documento presentato dal segretario Nicolò Scalfi votato a maggioranza alla riunione di giovedì 16 giugno. Ecco il comunicato diffuso: .

Il Sindaco, nel suo intervento, ha ritenuto doveroso informare i presenti circa gli strumenti messi in campo, in questi due anni, per regolare i rapporti fra Amministrazione e Partito Democratico. Ad esempio, per evitare carenze di informazione il Sindaco ha organizzato dal mese di agosto 2015 riunioni settimanali finalizzate ad una esaustiva conoscenza a tutti i consiglieri.

Inoltre, tenendo conto della complessità dei problemi da affrontare, in primis l’apertura del teatro il “Maggiore”, dal mese di marzo 2016 il Sindaco ha ufficializzato la sua decisione di rendere più forte il rapporto tra giunta e maggioranza, con l’impegno degli assessori ad esaminare insieme i progetti destinati all’approvazione del consiglio comunale. Questi sono segnali concreti di una nuova modalità di confronto che ha cominciato a dare i suoi frutti positivi.

Il Sindaco, inoltre, alla riunione, ha anche riconosciuto l’errore di aver reso pubblico un suo disagio, in quanto è giusto e necessario confrontarsi sulle difficoltà che emergono negli organismi politici ed istituzionali preposti, a partire dal gruppo di maggioranza. Difficoltà che non hanno impedito a questa Amministrazione, al Sindaco e alla Giunta di lavorare positivamente per Verbania (dall’ascolto dei problemi dei cittadini, all’organizzazione di eventi di richiamo, sino alla coraggiosa apertura del Teatro ecc.).Sono iniziative che hanno ottenuto un sicuro gradimento fra i più diversi ceti sociali della nostra città e che secondo noi devono vedere un PD più impegnato a sostenerle anche pubblicamente.

Per questo si è chiesto alla fine dell’assemblea degli iscritti, prima di procedere alla votazione del documento del Segretario, di modificare la parte finale che richiamava in sostanza ad un’autonomia del partito nei confronti dell’amministrazione. Una posizione sbagliata che segnala per noi una visione divisiva e non unificante del rapporto tra Partito e Amministrazione e che, crediamo, non sia capita dai cittadini.

Ora si tratta di ripartire, come tutti hanno sottolineato nel dibattito, per recuperare reciprocamente una nuova solidarietà e chiarezza nei ruoli soprattutto per rafforzare il concetto di “SQUADRA” dove i principali attori, SINDACO , SEGRETARIO e CAPO GRUPPO, riescano a ricreare un clima di fiducia, per realizzare con la maggiore coesione possibile, il programma elettorale per il quinquennio 2014 / 2019.  Il tutto affinché continui l’azione di rilancio della città compiuta da questa Amministrazione, senza nostalgie per il passato.

 

  1. chi sono? i firmatari di questo documento, chi sono? e con che coraggio parlano di condivisione di passaggio di informazioni quando sulla recentissima questione “Beata Giovannina” nel PD nessuno sapeva nulla? … altrimenti una riflessione sul mettere vicino una scuola di sci nautico e decine di atleti in canoa qualcuno l’avrebbe fatta (spero) …

    Reply

Lascia un commento a renato Cancella il commento

La tua email non sarà pubblicata.