LE ANALISI CONFERMANO CHE L’ACQUA NELLE SCUOLE E’ SEMPLICEMENTE POTABILE E BUONA

LE ANALISI CONFERMANO CHE L’ACQUA NELLE SCUOLE E’ SEMPLICEMENTE POTABILE E BUONA

Il  Fronte Nazionale aveva presentato un’interpellanza per chiedere chiarimenti sulla rimozione dei depuratori dai rubinetti delle scuole elementari e materne e sulla conseguente qualità dell’acqua che bevono i bambini .  Della risposta avuta in consiglio comunale si era poi dichiarato insoddisfatto e aveva rilanciato l’allarme.   Ora sono giunti al Comune i risultati delle analisi effettuate dal Laboratorio Giusto Srl di Oderzo sui campioni di acqua che in data 2 e 3 marzo i tecnici di Acqua Novara Vco hanno prelevato direttamente dai rubinetti dei refettori di tutte le scuole di Verbania (sette scuole dell’infanzia, otto scuole primarie e cucina centralizzata). Su questi risultati ecco il commento diffuso dall’assessore all’istruzione Monica Abbiati e dall’assessore all’ambiente Laura Sau:

Dalle analisi è emerso che l’acqua in tutte le scuole è salubre e pulita; infatti tutti i parametri analizzati (microbiologici e chimici) sono assolutamente nei limiti previsti dalle norme (d.lgs. n. 31/2001). Si conferma, come sempre detto, che non c’è nessun problema di qualità nell’acqua servita ai nostri bambini e ragazzi nelle scuole pubbliche. Una scelta, quella di servire acqua del rubinetto, effettuata anni fa e sostenuta dall’Asl locale, che continuerà per ribadire l’importanza di bere l’acqua del “sindaco” perchè controllata rigorosamente (a differenza dello stoccaggio mai certo delle bottigliette d’acqua) e per una scelta rispettosa dell’ambiente (minore consumo di plastica, minore CO2 emessa per il trasporto, ecc.). Questa scelta è stata ribadita nella riunione della Commissione Mensa di Verbania riunitasi settimana scorsa (della quale fanno parte tecnici dell’Asl,  Comune, delegati dei genitori e degli insegnanti,  rappresentanti della mensa ecc.) che ha confermato di continuare con l’acqua del rubinetto nelle scuole come accade ormai in moltissimi comuni italiani. Inoltre sulla questione dei “naturizzatori” si ricorda che essi sono stati tolti dai rubinetti unicamente perché questi strumenti non aumentano la qualità dell’acqua servita.

  1. Sara Bignardi 18 marzo 2016, 7:21

    Solo dopo 7 mesi dalla rimozione dei depuratori dai rubinetti delle scuole elementari e materne verbanesi, il Comune ha proceduto ad incaricare i Laboratori preposti per l’esecuzione delle analisi chimico/batteriologiche dalle quali si evince che l’acqua è pulita e salubre. Innanzitutto auspichiamo che le analisi idonee vengano eseguite da ora in poi con regolarità. Ribadiamo che trattasi della rimozione di depuratori e non di naturizzatori, concetto già spiegato in Consiglio Comunale all’Assessore Abbiati ma, per l’ennesima volta, emergono scarse informazione e competenza da parte della medesima sull’argomento; infatti i depuratori depurano e purificano l’acqua eliminando tutte le parti in sospensione. Manifestiamo quindi il nostro totale disappunto per l’affermazione dell’Assessore che dice che i depuratori e NON I NATURIZZATORI, sono stati tolti dai rubinetti unicamente perché questi strumenti non aumentano la qualità dell’acqua servita. La decisione di questa Amministrazione di rimuovere i depuratori dai rubinetti fa sì che le microimpurità, le sospensioni e la ruggine non siano trattenute e passino automaticamente nell’acqua che bevono i bambini. Ciò significa che i bimbi bevono da mesi un’acqua di qualità inequivocabilmente inferiore a prima.

    Ci chiediamo anche che senso abbia migliorare la qualità dell’acqua all’utenza con l’installazione delle casette dell’acqua sul territorio se, allo stesso tempo, si eliminano le apparecchiature atte a migliorare la qualità dell’acqua somministrata ai bambini nelle scuole. Questo controsenso non risulta al momento spiegato.

    Reply

Lascia un commento a Sara Bignardi Cancella il commento

La tua email non sarà pubblicata.