LE PERLE DEL VERBANO IN UNA NUOVA RUBRICA DEL NOSTRO QUOTIDIANO

LE PERLE DEL VERBANO IN UNA NUOVA RUBRICA DEL NOSTRO QUOTIDIANO

Oggi, lunedì 3 maggio 2021, diamo il via sul nostro quotidiano al nuovo spazio PERLE DEL VERBANO.  Un titolo che è anche  uno slogan per la nuova rubrica: tramite brevi video illustrativi, accompagnati da articoli scritti, vogliamo calare e trasportare i nostri lettori all’interno di scorci, angoli e perle caratteristiche del territorio verbanese di grande fascino, ma  ancora poco conosciute. La rubrica è affidata al nostro collaboratore Matteo Calzaretta:  L’idea di una rubrica sui luoghi e le chicche poco conosciute del nostro territorio mi girava in mente già da tempo. Con la zona rossa appena trascorsa ho avuto più spazio per riflettere e dare vita al progetto,  che vuole valorizzare queste zone. Mi sono documentato e ho preso contatti per una lista di luoghi che è andata crescendo e nel giro di poche settimane sono riuscito a concretizzare il progetto grazie anche all’aiuto della mia amica videomaker Maartina Lanza che mi ha aiutato per le riprese.  Parte viva della rubrica saranno infatti appunto dei brevi filmati, che potranno trasportare meglio i lettori attraverso lo schermo di pc e smartphone in queste “Perle del Verbano”.

La prima meta che dà il “la” ad una serie di altri luoghi spettacolari, si trova a 1311 metri di altitudine, stiamo parlando del Monte Morissolo, raggiungibile facilmente a piedi da un comodo percorso panoramico che parte dal retro dell’Istituto Auxologico di Piancavallo, oppure dalla località Colle, tramite un sentiero immerso nell’immenso faggeto. Catapultandoci indietro di più di cent’anni, possiamo vedere come questo posto era un’importante fortificazione della prima prima guerra mondiale, costruita tra il 1916 e 1918 in previsione di un’invasione austroungarica dalla vicina Svizzera, mai avvenuta. I sentieri, le gallerie e i camminamenti che costituiscono questo suggestivo pezzo di storia furono costruiti per ordine del generale Luigi Cadorna, durante la prima guerra mondiale. La cosiddetta “linea Cadorna” aveva inizio proprio qui, presso il monte Morissolo, e a Pian di Sole sopra il comune di Premeno;  lo scopo di questa linea difensiva era anche quello di collegamento per la distribuzione di rifornimenti di ogni genere. La strada Cadorna, ora sale fino a Pian Vadà e presenta un buono stato di conservazione. Poco prima dell’ingresso alle gallerie, un sentiero raggiunge la cima del Morissolo, presentando ancora resti di postazioni militari ai suoi lati. Arrivati in cima, si apre uno spiazzo con una vista straordinaria, che spazia su Lombardia, Piemonte e Canton Ticino; qui possiamo trovare tre croci metalliche, poste in onore dei militari che hanno combattuto per difendere i confini durante la prima guerra mondiale.

Nella foto Matteo Calzaretta

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.