LIBERIAMO IL CASTELLI: MOBILITAZIONE E PRESIDIO PER DIFENDERE L’OSPEDALE VERBANESE

LIBERIAMO IL CASTELLI: MOBILITAZIONE E PRESIDIO PER DIFENDERE L’OSPEDALE VERBANESE

Giunge dai consiglieri Laura Sau, Giovanni Battista Finocchiaro, Giovanni Alba  il seguente invito rivolto a sindaco e consiglieri comunali a mettere in atto tutti insieme un’importante mobilitazione di difesa dell’Ospedale Castelli  a partire dal 24 aprile.

L’EMERGENZA PANDEMICA tuttora persiste e non dà tregua, e tutto il sistema sanitario fatica a
reggere lo sforzo richiesto; il personale sanitario preposto, da più di un anno, si prodiga per
affrontare al meglio le necessità, ma, a dire il vero , si ritrova a lavorare in un sistema sanitario che
ha messo in luce tutti i suoi limiti proprio in condizioni emergenziali.
Il Consiglio Comunale di Verbania, all’unanimità, dopo che la rappresentanza della Lega ha
vergognosamente abbandonato la riunione per non votare a favore dell’ospedale Castelli, ha
approvato il giorno 11 marzo 2021 un ordine del giorno che chiede alla Regione Piemonte e
all’ASL VCO di riportare alla funzionalità l’attività urgente e quella oncologica e chirurgica, come da
prescrizione regionale (DIRMEI); e di ristabilire, terminata l’ondata pandemica, così come negli
altri presidi ospedalieri del VCO , tutte le attività precedenti, investendo le risorse necessarie per
recuperare e potenziare in tempi rapidi il ritardo che si è accumulato in seguito al blocco di tutte le
attività programmate sia nei reparti che negli ambulatori.
Lo stesso ordine del giorno chiede rassicurazioni sul rispetto della direttiva regionale del 27
gennaio 2021 che disponeva il ripristino dei posti letto dedicati alle attività chirurgiche e all’ unità
di terapia intensiva coronarica presso il Castelli.
I cittadini verbanesi stessi, attraverso mail e lettere ai consiglieri comunali, hanno espresso
chiaramente il disagio che devono affrontare per cure periodiche a e altre prestazioni sanitarie
non disponibili a Verbania.
Non da oggi è apparso velato l’orientamento di privatizzazione del nostro nosocomio, e la Regione
Piemonte non ha certamente rassicurato la cittadinanza verbanese e quella limitrofa (parliamo di
100 000 abitanti che nella stagione estiva ordinaria si moltiplicano per 10) su quali siano le sue
reali intenzioni in merito alla organizzazione o riorganizzazione ospedaliera.
Per questo e altri motivi abbiamo deciso di organizzare un presidio davanti all’ospedale Castelli il
giorno 24 aprile 2021 alle ore 15, invitando i consiglieri comunali che hanno approvato l’ordine del giorno ad unirsi a noi nel manifestare una pressante richiesta di attenzione su questo tema.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.