L’ITER VERSO IL NUOVO PORTO TURISTICO

L’ITER VERSO IL NUOVO PORTO TURISTICO

Alberto Lamberti , professore ordinario del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali presso l’Università di Bologna, sta ultimando  su incarico dell’Amministrazione comunale uno studio di fattibilità del nuovo porto turistico con termine di consegna previsto per il  prossimo 10 ottobre 2014.  In esso vengono approfondite le diverse ipotesi progettuali  (frangiflutti con elementi galleggianti, articolati o solidarizzati),  le modalità realizzative,  i benefici diretti dall’affitto dei posti barca,  la capienza in tre versioni applicative, ovvero con 153, 180 o 200 posti.  Concluso lo studio,  l’Amministrazione comunale si confronterà subito con la Regione,  proprietaria del porto,  per definire l’opzione più opportuna, dopo la precedente riunione operativa avuta con la Direzione Navigazione Regionale e il tavolo tecnico istituito con l’Assessorato ai trasporti. il sindaco Silvia Marchionini sottolinea l’importanza del progetto:  Verbania e il territorio devono investire nello specifico nautico, segmento fondamentale per lo sviluppo turistico. Possiamo immaginare anche un project financing verso la realizzazione di servizi misti per il turista e un polo per il tempo libero che l’area favorisce. Ora i dati tecnici da approfondire nella parte di impatto economico in una prospettiva di sicurezza e di sviluppo della clientela sono la base per scegliere quale porto realizzare e con quali modalità. Se riusciamo a partire in ottobre, fra iter amministrativi e opere entro 2 anni potremmo finalmente riavere una struttura che qualifica l’offerta turistica della città.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.