MINORANZE CRITICHE SU MAGGIORE E PARCO FLUVIALE

MINORANZE CRITICHE SU MAGGIORE E PARCO FLUVIALE

Giandomenico Albertella, del gruppo Insieme per Verbania, esprime stupore per il fatto che in piena emergenza da coronavirus il consiglio di amministrazione della Fondazione Il Maggiore, ad attività culturali completamente ferme, abbia trovato il tempo per deliberare un bando di selezione per la figura di un direttore della Fondazione, al costo annuo di 25.000 euro oltre Iva.  Stupore ulteriore deriva dalla circostnaza che le domande di candidatura potranno essere presentare in un breve periodo tra il 13 ed il 28 maggio.  Forse oggi  – commenta il consigliere e presidente del consiglio comunale – le priorità sono altre rispetto all’esigenza di selezionare un direttore per la Fondazione del teatro cittadino. Tanto più che Il Maggiore è aperto da ormai quattro anni e dell’esigenza di un direttore non si era mai sentito parlare. Se proprio proprio si ritenesse necessaria una figura similare, perché non pensare al distacco alla Fondazione di qualche qualificata figura professionale oggi operante nella struttura comunale, senza costi aggiuntivi in un peraltro difficile periodo per famiglie, imprese e lavoratori?

Forza Italia lamenta  che uso ed abuso dei social rischia di svuotare in modo pericoloso la funzione delle commissioni consiliari e del consiglio comunale.  Si cita a tale proposito l’approvazione di Giunta del progetto di riqualificazione relativo al parco fluviale che contrassegna la rinascita  della foce del torrente San Giovanni: Dal momento che il progetto è importante per la città ed è destinato a coinvolgere tutta l’area dei Pontini, sarebbe forse stato meglio portarlo prima in discussione nelle competenti commissioni consiliari piuttosto che lanciarlo sui social e alla stampa tagliando ancora una volta fuori nell’immediato le minoranze e così mortificandone il valore dei ruoli.

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.