NATALE E’ ANCHE ARTE

NATALE E’ ANCHE ARTE

Natale porta in città anche importanti eventi artistici.

SULL’IRREQUIETEZZA DEL DIVENIRE è un’indagine artistica sui corpi, a partire dal corpo; un progetto artistico multidisciplinare di Elisa Sbaragli, Edoardo Sansonne e Fabio Brusadin nato da una riflessione sugli spazi residuali, quegli interstizi urbani dimenticati – lo spazio incolto tra due edifici, il bordo di una strada, la vegetazione che occupa una fabbrica abbandonata –  che porta avanti una riflessione attraverso il suono, la corporeità e le immagini sul tema dell’incontro con il regno vegetale. L’evento è in programma dal 19 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 con inaugurazione il  19 dicembre alle ore 14.30 presso la sede di Palazzo Viani Dugnani del Museo del Paesaggio in via Ruga con ingresso gratuito (info 0323 502254).   Sull’irrequietezza del divenire in questa occasione si sviluppa attraverso un’installazione pensata per gli spazi del Museo del Paesaggio di Verbania: qui gli artisti costruiscono un ambiente percettivo dove mettere in scena l’ibridazione tra forme organiche, inorganiche e sintetiche. Un’ambientazione dove prossimità e lontananza vengono messe in gioco e rimescolate. Grazie alla logica dell’assemblaggio e del meticciato, sull’irrequietezza del divenire crea uno spazio sensibile in cui materia, corpi e oggetti dialogano portando alla luce rimandi e somiglianze, abitando terreni di confine. La realizzazione dell’’installazione è possibile grazie al contributo e al patrocinio del Comune della Città di Verbania e al supporto del Museo del Paesaggio.                                                                                          Programma di incontri:    19 DICEMBRE 2021 Inaugurazione dalle ore 14:30 alle 17 con performance a cura di Elisa Sbaragli ed elaborazione sonora a cura di Edoardo Sansonne/Kawabate. Durante la giornata è possibile incontrare gli artisti;    23 DICEMBRE 2021 Inaugurazione installazione sonora dalle ore 18 alle ore 20 a cura di Edoardo Sansonne/Kawabate all’interno della collezione permanente del Museo del Paesaggio – Palazzo Viani Dugnani. Durante la serata è previsto un talk con gli artisti sul tema degli spazi residuali e del terzo paesaggio. Ingresso: 3 € (prezzo ridotto per l’evento);    9 GENNAIO 2022  Finissage dalle ore 14:30 alle 17 con performance a cura di Elisa Sbaragli ed elaborazione sonora a cura di Edoardo Sansonne/Kawabate. Durante la giornata è possibile incontrare gli artisti.                                                                                                                                                                                      sull’irrequietezza del divenire – Installazione    Ideazione e realizzazione: Fabio Brusadin, Edoardo Sansonne ed Elisa Sbaragli    Testi: Irene Pipicelli    Curatela: Federica Torgano    Grafica: Rebecca Curri    In co-produzione con: Perypezye Urbane e Live Arts Cultures con il sostegno del Ministero della Cultura, con il sostegno di Bodyscape, azione a sostegno della ricerca coreografica nell’ambito del progetto Dancescapes dell’Ass. Cult. Danza Urbana, con il contributo del MIC e della FdM di Bologna e Ravenna.

Per la seconda mostra diffusa, Lakeside presenta dal 18 dicembre al 9 gennaio una selezione di TREDICI ARTISTI tra i più rappresentativi della scena artistica verbanese e non solo. Questi si distinguono per una continua ricerca estetica e concettuale e propongono opere recenti che utilizzano vari linguaggi (pittura, scultura, fotografia). Si possono vedere lavori di Paolo Chiodoni, Marisa Cortese, Neil Davenport, Paolo De Piccoli, Allisdhair McNaull, Donatella Mora, Marco Nifantani Fabrizio Parachini, Mauro Ramoni, Sabota, Gino Sansonne, Daniela Spagnoli e Mauro Uccelli. Visto il successo della prima iniziativa, si è deciso di continuare con la formula di un percorso artistico che si snoda dal centro di Intra passando da Via Baiettini, Via Cantova, MiGAM ai Pontini, Via Selasca, per arrivare allo Spazio Arte Lakeside in Piazza Morrone a Biganzolo. Anche se l’inverno è arrivato, una passeggiata al fresco fa bene; se le condizioni meteo saranno clementi si partirà da Casa di Alice in via Baiettini dove ci sarà la prima parte della mostra alle ore 15. Si passerà per il WiP in via Cantova con le due vetrine d’arte e la Micro Galleria d’Arte Moderna (MiGAM) presso NonEdicola ai Pontini. Il percorso continua, seguendo le insegne gialle, lungo la Via Selasca fino al nuovo spazio espositivo Lakeside Art Gallery in Piazza Morrone 1, Biganzolo. La durata del percorso a piedi è di circa 40 minuti (20 minuti dai pontini). Il ritorno a piedi sarà al buio e quindi si consiglia l’uso di torce. Si ricorda che, nel rispetto delle misure anti Covid-19 vigenti, è obbligatorio presentarsi con mascherina indossata, un Green Pass valido e mantenere il distanziamento.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.