NEL GIARDINO DELL’HOTEL REGINA LA MEMORIA DI FRANCESCO ARDIZZOIA – RASSEGNA FOTOGRAFICA

NEL GIARDINO DELL’HOTEL REGINA LA MEMORIA DI FRANCESCO ARDIZZOIA – RASSEGNA FOTOGRAFICA

Giardino alla memoria di Francesco Ardizzoia, Floricoltore e Amico. La scritta è sulla targa inaugurata ieri con una semplice ma significativa cerimonia al Grand Hotel Regina Palace di Stresa per ricordare l’artefice della creazione floreale che dà un tocco affascinante allo spazio attorno ad uno dei più famosi alberghi storici del Lago Maggiore.   Protagonista assoluto della storia della floricoltura locale nell’azienda verbanese tra le più note del settore, sulle orme del nonno Vitale e del padre Giovanni, Francesco svolse un ruolo di primissimo piano nella vita associativa e culturale della sua città contribuendo in modo determinante alle manifestazioni di maggior spicco, dal Corso Fiorito al Palio Remiero del Gruppo Difesa Tradizioni Piazza-Vila, nonché alla Società Orticola Verbanese di cui organizzò le manifestazioni del centenario. Dal 1976 ebbe anche un ruolo determinante nella partecipazione ad Euroflora, una delle principali manifestazioni nazionali dedicate alla floricoltura.  Alla formazione professionale   acquisita nel percorso di studi presso la prestigiosa Ecole d’Horticulture di Chatelaine a Ginevra,  aggiunse un estro artistico che dava un’impronta unica alle sue creazioni di floricoltore e artista botanico.

Proprio per questo, nonostante sia scomparso prematuramente nel 2008 all’età di 62 anni, resta vivissimo il ricordo degli addobbi floreali realizzati in occasione di importanti eventi e nei giardini a cui diede vita e che restano tra i più belli del Lago Maggiore.  L’ultima sua opera di autentico stampo artistico fu proprio il giardino dell’Hotel Regina che tuttora è possibile ammirare e per questo è qui che familiari, amici, collaboratori ed estimatori hanno voluto lasciare la testimonianza di un ricordo carico di ammirazione e di gratitudine.  Con gli albergatori Andrea e Marco Padulazzi e altri rappresentanti della tradizione alberghiera del territorio delle famiglie Zacchera e Zanetta, sono intervenuti alla cerimonia per l’intitolazione del giardino i figli di Francesco, Andrea e Stefano, i fratelli Mauro e Luciano. Negli interventi hanno espresso un commosso ricordo, sottolineando che le opere realizzate restano memoria vivente della bellezza creata e della passione per questa arte.  L’importanza della traccia lasciata da Francesco in uno dei settori vitali per l’economia e il fascino del Verbano è stata sottolineata anche dal sindaco di Verbania Silvia Marchionini, che ha voluto esprimere la riconoscenza ad un cittadino d’eccellenza testimone anche dell’importanza della formazione professionale e la volontà di una dedica nella prossima Mostra della Camelia.

Nelle foto alcune fasi della cerimonia nel giardino del Regina Palace di Stresa

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.