NUOVE POLEMICHE SULL’ISTITUTO MAGGIA

NUOVE POLEMICHE SULL’ISTITUTO MAGGIA
Sugli interventi previsti per l’Istituto alberghiero Maggia di Stresa si riaccendono le polemiche dopo le accuse alla Provincia di mancate informazioni sul progetto di ristrutturazione, nonchè alla Regione per il mancato inserimento nel Recovery Plan, non hanno inserito nessuna voce per l’Istituto Maggia I Giovani Democratici lamentano che per la Regione e la Provincia il Maggia continua ad essere una scuola di serie B, nonostante le difficoltà e i disagi degli studenti, a dimostrazione dell’incompetenza e dell’incoerenza del centrodestra al governo nelle istituzioni.
La risposta dell’amministrazione provinciale non si fa attendere ed è affidata a un comunicato congiunto in cui al presidente Arturo Lincio si affianca il sindaco di Stresa Marcella Severino:  Per chi avesse dei vuoti di memoria e per dare una corretta ed oggettiva informazione a chi ha voluto evidenziare che nel dossier Piemonte per il Recovery Plan nulla è stato chiesto per l’Istituto Alberghiero di Stresa è opportuno ricordare che per il “Maggia” sono stanziati nel bilancio della Provincia 7,2 milioni di euro e che i primi lavori sono iniziati nel febbraio 2021!  Si ricorda altresì che nello scorso novembre la Provincia del Vco e il Comune di Stresa, dopo oltre 30 anni impiegati in ricerca di aree idonee, studi, ipotesi, progetti, cambi di indirizzi che non hanno portato ad alcun concreto risultato per la nuova sede del Maggia, hanno convenuto di individuare la sede storica di via Mainardi, che sarà sottoposta ad un radicale intervento di ristrutturazione edilizia ed il collegio Rosmini che sarà adeguato alle vigenti normative di sicurezza e prevenzioni incendi e dotato di nuove aule e moderni laboratori idonei ad ospitare l’Istituto Maggia. Nel mese di febbraio sono iniziati i lavori per i laboratori di cucina e di sala, di adeguamento alle normative in materia di sicurezza e prevenzione incendi dell’ex collegio Rosmini, lavori che saranno ultimati entro agosto 2021. Ciò consentirà alla scuola di organizzare l’attività didattica laboratoriale evitando dall’anno scolastico 2021/22, lo spostamento degli studenti presso la sede di viale Mainardi. Contemporaneamente sono in corso le procedure per la predisposizione del progetto di ristrutturazione edilizia della sede di viale Mainardi a cui seguiranno le successive fasi amministrative e tecniche per la realizzazione delle opere.  Presidente della Provincia e sindaco concludono:  Sarebbe stato molto più semplice, ma poco serio, compilare una scheda di progetto per il “Maggia”, magari indicando reboanti importi di milioni di euro e inviarla alla Regione, dimenticandosi però che la richiesta è carente di un requisito, la disponibilità o la proprietà dell’area dove realizzare l’opera, requisito che invece posseggono tutte le altre scuole superiori per le quali abbiamo presentato specifica scheda di progetto. Con serietà e coerenza continuiamo a lavorare per mantenere gli impegni presi con la dirigenza scolastica, gli studenti, le famiglie, il personale docente e non, cioè di consegnare loro, entro il dicembre 2023 spazi didattici adeguati alle innovazioni tecnologiche e pedagogiche capaci di recepire metodi didattici in continuo divenire trasformati in luoghi attrattivi per l’intera comunità scolastica. I fatti, e non le parole, testimoniano l’impegno ed il lavoro della Provincia e del Comune di Stresa per la costruzione del “nuovo Maggia”! E il tempo, come sempre, sarà buon testimone!
Nelle foto Arturo Lincio e Marcella Severino

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com