SABATO DI MOBILITAZIONE

SABATO DI MOBILITAZIONE
 Oggi a Intra la catena umana de L’ITALIA CHE RESISTE mediante una autoconvocazione spontanea di cittadini e associazioni. Il ritrovo è in piazza Ranzoni a Intra alle ore 14 e qui si darà vita alla catena umana per testimoniare la volontà di resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciare morire in mare coloro che scappano da guerra, fame e povertà; di chi interrompe i percorsi di assistenza e integrazione; di chi istiga all’odio e alla xenofobia dimenticando gli storici valori di accoglienza e convivenza civile.   L’invito a partecipare è rivolto a cittadini, associazioni e partiti che condividono le ragioni della mobilitazione, che si svolge a livello nazionale.
L’Italia che resiste – Manifesto delle Piazze
La Manifestazione del 2 febbraio nasce come reazione spontanea di un gruppo di cittadini impegnati nel sociale davanti al quotidiano sfoggio di xenofobia, egoismo e mancanza di empatia.
Non vogliamo essere come quelli che in tempo di guerra hanno fatto finta di non vedere quello che stava accadendo, questa piazza autoconvocata vuole essere la scintilla di una nuova resistenza.
Quella di l’Italia che RESISTE è una piazza libera, plurale,autonoma.
La presenza di bandiere e simboli di partiti e movimenti è un invito ad un’assunzione di impegno e responsabilità di fronte alla collettività: chi sarà in piazza sabato dovrà poi dar seguito alla propria presenza anche nelle opportune sedi istituzionali.
Nessuno può mettere il cappello o strumentalizzare questa piazza senza venir chiamato col nome di chi si appropria di cosa non sua.
L’Italia che RESISTE sostiene l’illegittimità umana e morale dei provvedimenti in materia di sicurezza.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.