SCANNER MOBILE AI CONFINI: CONTROLLI ITALO-ELVETICI SU OLTRE 60 AUTOARTICOLATI

SCANNER MOBILE AI CONFINI: CONTROLLI ITALO-ELVETICI SU OLTRE 60 AUTOARTICOLATI

Dal mese di aprile sono stati verificati oltre 60 autoarticolati provenienti dal trasporto stradale e ferroviario presenti presso lo scalo ferroviario Domo II in Villadossola – Beura Cardezza. I controlli sono stati svolti congiuntamente dall’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC), dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dalla Guardia di Finanza. Negli spazi doganali di Domo II viene effettuato il controllo periodico di tutti gli autoarticolati presenti tramite lo scanner mobile in dotazione alla dogana elvetica ed all’analisi delle unità cinofile della Guardia di Finanza per verificare l’assenza di forme di occultamento di materiali, di valuta e di stupefacenti, con container opportunamente scaricati dal vagone merci per la successiva sottoposizione a controllo. Per ADM, la presenza dell’esperto di radioprotezione dell’Ufficio Sicurezza sul Lavoro, ha assicurato che le attività si svolgano nel rispetto delle regole in materia di sicurezza sul lavoro tramite la partecipazione di personale qualificato che ha adempiuto agli obblighi di formazione specifica. La collaborazione tra l’UDSC, la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli costituisce un’importante sinergia istituzionale internazionale e una fondamentale risorsa nella tutela e nel presidio dei valichi di confine.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.