STATALE 34, LA LEGA CHIAMA IN CAUSA IL PREFETTO

STATALE 34, LA LEGA CHIAMA IN CAUSA IL PREFETTO

Sul problema della messa in sicurezza della Statale 34 nel tratto Verbania-Cannobio torna alla carica la Lega con un comunicato sottoscritto dal segretario Roberto De Magistris e dal consigliere comunale Stefania Minore.  Vi si afferma che il vicepresidente della Regione Aldo Reschigna ha calcato la mano nel menzionare numeri e documenti che in realtà non coprono l’intervento necessario che ammonta a ben 94 milioni di euro:  Se il Pd fosse così certo dell’arrivo del finanziamento, non avrebbe avuto problemi ad affrontare con serenità la mozione preparata dalla Lega e presentata durante il consiglio comunale del 17 gennaio scorso, dove si impegnava l’amministrazione comunale del Pd, stesso partito di Reschigna , a porre in atto tutte le azioni possibili presso il governo centrale per ottenere l’inserimento nel protocollo d’intesa Anas/Ministero di tutte le opere urgenti e ormai improrogabili relative alla messa in sicurezza della Statale 34 del Lago Maggiore e a relazionare al primo punto dell’ordine del giorno di ogni consiglio comunale futuro i progressivi sviluppi ed esiti della trattativa.

Il comunicato prosegue lasciando da parte le promesse elettorali e rivolgendo un appello direttamente al prefetto Iginio Olita: Signor Prefetto, Lei ha un ruolo fondamentale per la sicurezza del nostro territorio e dei cittadini che lo abitano.  Oltre a reperire posti per alloggiare i richiedenti asilo, si preoccupi anche della sicurezza dei cittadini del Vco e pretenda dal Governo centrale tutto il denaro necessario per la messa in sicurezza della Statale 34,  perchè non sarà accettabile in futuro che ci siano altri decessi su quella strada.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.