STUDENTI DI VERBANIA E DEL VCO TRA I VINCITORI DEL PROGETTO DI STORIA CONTEMPORANEA

STUDENTI DI VERBANIA E DEL VCO TRA I VINCITORI DEL PROGETTO DI STORIA CONTEMPORANEA

Si è conclusa la 39a edizione del Progetto di storia contemporanea, indetto dal Comitato Resistenza e Costituzione del consiglio regionale in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale.  Le Scuole secondarie e gli Enti di formazione professionale partecipanti al concorso sono stati 54, con un totale di 950 studenti suddivisi in 190 gruppi da 5 componenti ciascuno. Gli studenti premiati sono 125, appartenenti a 22 Istituti scolastici e a 3 Centri di formazione delle province piemontesi, sulla base di una graduatoria redatta dalla Commissione di valutazione con membri degli Istituti storici della Resistenza piemontesi. Tra gli studenti premiati dieci provengono da due istituti del Verbano Cusio Ossola: sono il Liceo Cavalieri di Verbania, coordinato dal professor Michele Airoldi, con gli studenti Gregorio Clementi, Davide Girasole, Anna Iacoppi, Giulia Pompilio, Anna Villa e l’IIS Marconi-Galletti-Einaudi di Domodossola, coordinato dalla professoressa Antonella Obiso, con gli studenti Diego Fattori, Leonardo Blardone, Luca Grattà, Luigi Pidò e Martina Zanetti.

I lavori proposti si sono concentrati su tre temi di ricerca: lo sport e la storia del ‘900 (traccia scelta dal 40,2% dei partecipanti); la caduta del Muro di Berlino 30 anni dopo (preferita dal 57% degli studenti); i 50 anni della Regione Piemonte (indicata dal 2,8 % dei giovani). Il Piemonte è stata la prima regione d’Italia a stabilire con un’apposita e specifica legge l’istituzione di un Comitato per la difesa e l’affermazione dei valori della Resistenza e della Costituzione e tra le prime a promuovere progetti di studio sulla storia contemporanea, coinvolgendo decine di migliaia di studenti e organizzando centinaia di viaggi nei luoghi della memoria. Per il momento  a causa dell’emergenza in corso gli studenti vincitori, accompagnati dai loro docenti, non potranno partecipare ai viaggi studio che avrebbero dovuto svolgersi entro la fine di questo anno scolastico.  Il Consiglio regionale, consapevole dell’importanza dei viaggi nei luoghi della memoria storica, si impegna a individuare e riproporre i viaggi studio appena le condizioni generali lo consentiranno, riservandosi forme alternative di premialità. Agli studenti vincitori delle classi quinte che concluderanno quest’anno con l’esame di maturità il proprio ciclo di studi superiori, considerata la maggiore età, verrà proposta la possibilità di partecipare a titolo individuale ai prossimi viaggi studio che verranno organizzati prevedendo, in caso di indisponibilità o impedimento, un premio alternativo.

Nella foto studenti in alcuni viaggi premio degli scorsi anni

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.