SULLA PISCINA COMUNALE UN INTERVENTO DEI COLLABORATORI DI INSUBRIKA

SULLA PISCINA COMUNALE  UN INTERVENTO DEI COLLABORATORI DI INSUBRIKA

Dopo la sentenza del Tar Piemonte che ha respinto il ricorso della società Insubrika che gestisce la piscina comunale e il ricorso di quest’ultima al Consiglio di Stato, riceviamo la seguente lettera dai collaboratori della piscina:

Vogliamo raccontare cos’è per noi la piscina oltre che un posto di lavoro. Amicizia, collaborazione, spirito di squadra, sono solo alcune delle qualità che il nostro gruppo ha sviluppato. Tanti potrebbero pensare che in gioco ci sia solo un posto di lavoro, ma per noi non è così.  In quest’ultimo periodo, non di certo facile, queste qualità ci hanno aiutato a continuare il nostro lavoro con serenità, poiché  in situazioni difficili l’unione fa la forza.

Tutte le mancanze che ci sono state negli anni passati, si sono sommate trasformandosi in gravi disagi a cui si sta cercando di porre rimedio con perseveranza e impegno. Bisogna tenere presente che le cose non si possono cambiare in così poco tempo e così facilmente. Per questo motivo alcuni di noi lavorano dal mattino presto alla sera tardi in modo da poter migliorare e avvalorare la struttura.  Il personale è spesso vittima di comportamenti e linguaggi inappropriati da parte di alcuni clienti a causa della situazione creatasi negli ultimi mesi, provocando situazioni imbarazzanti.

Nonostante tutto buona parte della clientela è soddisfatta dei risultati ottenuti fino ad ora. Quello che vorremmo è che si tenesse conto del fatto che al di fuori di una gestione ci sono ben quaranta collaboratori che mettono in questa piscina anima e corpo e una buona parte di questi ne fa la principale attività lavorativa.  Speriamo che il nostro pensiero possa essere compreso. Ci teniamo a ringraziare coloro che ci sostengono rendendoci forti.

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.