TRUFFE, CI RISIAMO

TRUFFE, CI RISIAMO

Giungono da una segnalazione nel quartiere di Sant’Anna le prime avvisaglie di nuove possibili truffe da parte di sedicenti funzionari dell’Enel. Così si è qualificato ad un pensionato dopo aver suonato al campanello di casa un ignoto, che peraltro al netto rifiuto opposto all’invito di aprire la porta si è allontanato rapidamente.  Ancora una volta si raccomanda massima attenzione e si invita di fronte a simili episodi ad avvisare subito le Forze dell’Ordine affinché possano intervenire tempestivamente. Il fatto potrebbe ripetersi, poiché nei giorni scorsi falsi avvisi dell’Enel distribuiti in alcune zone annunciavano proprio la visita di addetti muniti di tesserino di riconoscimento per discutere sulle tariffe.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.