UN SONDAGGIO SULLA SCUOLA DEI GIOVANI DEMOCRATICI

UN SONDAGGIO SULLA SCUOLA DEI GIOVANI DEMOCRATICI

I Giovani Democratici del Vco hanno svolto un’indagine sulla didattica a distanza, sui trasporti e sull’edilizia scolastica nelle scuole superiori della provincia. Sulla base dei dati ricevuti, si può notare che il 95.1% degli intervistati (circa 2000) ha dichiarato di avere un mezzo informatico adeguato a poter seguire le lezioni a distanza; questo dato è particolarmente significativo, in quanto nei mesi precedenti uno dei problemi principali era proprio la mancanza di dispositivi e connessioni adeguate.  L’85.4 % ritiene di avere una buona connessione, a dimostrazione che gli ultimi investimenti sulla fibra nel nostro territorio hanno avuto esito positivo.  A livello di istituzione scolastica, gli studenti lamentano poca organizzazione da parte dei docenti sulla didattica, sui metodi di valutazione e sugli orari (che non vengono rispettati). Il 72.8% degli studenti ritiene che la loro preparazione sia influenzata negativamente dalla didattica a distanza; ciò conferma le preoccupazioni degli studenti sul percorso scolastico, anche in vista dell’esame finale. Il 63.8% degli studenti usufruisce dei mezzi pubblici (di cui la metà solo di Vco Trasporti) e dichiara che i trasporti sono spesso affollati, ma che sono disponibili a prenderli, pur di poter tornare, a gennaio, tra i banchi di scuola.

In conclusione – dichiarano i promotori dell’indagine – crediamo che questi dati siano per le istituzioni un valore di grande importanza per programmare la riapertura delle scuole a gennaio, e che trasporti e istruzione sono due anelli strettamente legati tra di loro. Servono, quindi, corse sufficienti tra le fasce di punta e organizzazione all’interno delle scuole, per evitare sovraffollamenti e  diffusione del contagio.

Allegato pdf con risultati dell’indagine    Sondaggio (1)

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.