UNA PROTESTA DI APE VCO: IL SETTORE DEGLI EVENTI COLPITO DA COVID …. E NON SOLO….

UNA PROTESTA DI APE VCO: IL SETTORE DEGLI EVENTI COLPITO DA COVID …. E NON SOLO….
Da Giovanna Pratesi,  presidente dell’Associazione verbanese APEVCO NO PROFIT organizzatrice del Ballo Debuttanti di Stresa, riceviamo il seguente comunicato:

Sono a scrivere questa mia comunicazione in qualità di Presidente dell’Associazione No Profit Apevco, per esprimere disappunto e rammarico nei confronti dell’Amministrazione comunale di Stresa sulle decisioni prese in merito all’evento Ballo Debuttanti di Stresa 2021. Abbiamo appreso le intenzioni di non volere più sostenere questo evento che da ben 10 anni si svolge con successo nella città di Stresa. Evento gestito senza alcun scopo lucrativo da Apevco No Profit, bensì con finalità di promozione e valorizzazione del territorio nonché di formazione culturale e di solidarietà.

A causa dell’epidemia da Covid19 nel Febbraio 2020, a soli 5 giorni dall’inizio della manifestazione, siamo stati costretti a rinviare l’evento, preparato in toto, che ci ha ovviamente creato notevoli danni e disagi.

Pur comprendendo l’importanza di un momento difficile e delicato per le pubbliche amministrazioni che devono provvedere all’assistenza dei cittadini in difficoltà e ad altre necessità, riteniamo che anche coloro che appartengono al mondo degli eventi, ormai in ginocchio forse più di ogni altro settore, necessitino di aiuti e sostegni per un ritorno alla vita in tutti i suoi aspetti.

Dopo un periodo così oscuro e difficile le persone hanno la voglia di pensare positivo e di tornare ad una vita “normale” dove anche queste manifestazioni offrono la possibilità di “realizzare un sogno” e tornare quindi a “sognare” e a “vivere” la propria esistenza più serenamente.

Confidavamo di poter contare, come avvenuto negli anni precedenti, in un sostegno che avrebbe dimostrato comprensione verso un settore così duramente colpito che ha bisogno di rinascere e di tornare a credere nella realizzazione dei propri progetti e delle proprie iniziative peraltro atte, nello specifico, a fornire un’immagine di notevole rilievo alla città di Stresa.

Farci nuovamente sperare e darci la forza di proseguire questo arduo cammino, intrapreso con molti sacrifici e tanta dedizione verso il Territorio, sarebbe stato non solo un concreto aiuto, ma anche un gesto di fiducia e di sostegno verso iniziative delle quali credo Stresa necessiti per risollevarne le sorti turistiche e culturali anche attraverso la nostra manifestazione che ha dato lustro e prestigio, da oltre 26 anni, a Stresa e non solo.

Non nascondo la delusione e l’amarezza… per me che ho dedicato con passione, entusiasmo e grande spirito innovativo e collaborativo, dieci anni della mia vita credendo fermamente nell’operato della nostra associazione ed osservando con scrupolosità le finalità e gli obiettivi.

Molte le collaborazioni che roteano intorno alla manifestazione creando indotto ed interesse, legate ad Apevco No Profit da reciproca stima da molti anni perché credono in una manifestazione che è ormai conosciuta a livello nazionale. Numerose le persone, richiamate dal prestigio dell’evento, che hanno l’opportunità di conoscere luoghi che forse non avrebbero mai visitato scoprendone le bellezze, apprezzando le strutture e lo spirito organizzativo.

Tutto ciò comporta un lavoro immane ed un impegno costante che abbiamo affrontato con volontà e determinazione superando ostacoli e difficoltà, migliorando nel corso degli anni la nostra proposta accrescendone contenuti e valori.

Le positive e comprovate testimonianze sul nostro operato non sono certo mancate e sono state la leva e la forza per continuare.

Questa iniziativa è entrata ormai a far parte della tradizione, come un fiore all’occhiello non solo per le sue nobili finalità, ma anche per quel suo fascino glamour che caratterizza la manifestazione per la sua eleganza e per il suo stile.

Mi chiedo come non possa essere tutto ciò preso nella debita considerazione ignorando le evidenti positive ricadute di livello e di prestigio che la città di Stresa merita.

L’evento 2021 sarà comunque realizzato nel rispetto di tutti coloro che credono in noi e ci auspichiamo di riuscire in seguito a tenere ancora in vita questa bella manifestazione, di indubbia qualità e di affermato prestigio, nella splendida Stresa, la Perla del Lago Maggiore, dove è nata e dove sarebbe giusto proseguisse il suo percorso.

Ci auspichiamo che questo nostro disappunto possa essere di sprone a chi non ha compreso o non vuole comprendere i valori di un evento degno della giusta attenzione.

IL PRESIDENTE APEVCO NO PROFIT                                                                                                                                   Giovanna Pratesi

  1. Marzia Bortolotti 19 Aprile 2021, 19:14

    Questa manifestazione è stata fatta sempre con estrema cura, ed è stato un fiore all’occhiello ed un motivo di orgoglio non solo per chi lo organizzava con dedizione ed amore, ma anche per la stessa associazione non profit, per l’aiuto che ha apportato a tutte le ragazze che si sono viste loro malgrado combattere contro un male oscuro. Questa manifestazione era per loro un raggio di sole e speranza. Un evento elegante e raffinato, ma pieno di contenuti importanti, che ogni ragazza avrebbe in ogni caso aver desiderio di partecipare. Mi rincresce, mi rattrista e mi auguro che tutto ciò possa essere rivisto, e che la manifestazione torni ai suoi antichi splendori!

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.