VERBANIA NEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE, UN ALTRO PASSO AVANTI

VERBANIA NEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE, UN ALTRO PASSO AVANTI

Con una deliberazione approvata all’unanimità nell’ultima seduta del consiglio comunale ha compiuto un ulteriore passo avanti l’iter per l’ingresso di Verbania con una parte del proprio territorio comprendente il Monterosso e Cavandone nel Parco Nazionale della Val Grande.  Atto conclusivo sarà, dopo le decisioni di Ente Parco, Comune e Governo, un decreto del Presidente della Repubblica. Di fare di Verbania il quattordicesimo comune del Parco si parla da parecchio tempo, evidenziando tra l’altro i vantaggi che ciò comporterebbe anche in chiave turistica nell’ottica della integrazione lago-montagna.  L’istituzione del Parco avvenne con l’approvazione della legge n° 394 del 6 dicembre 1991 e l’istituzione formale fu nel 1992 con l’obiettivo di tutelare l’area selvaggia “Wilderness” più grande d’Italia. Nacque così una comunità di circa 14,5 km² formata da tredici comuni compresi tra l’entroterra del Verbano (Aurano, Caprezzo, Cossogno, Intragna, Miazzina, San Bernardino Verbano e Cursolo Orasso) e dell’Ossola (Premosello Chiovenda, Vogogna, Beura Cardezza, Trontano, Malesco e Santa Maria Maggiore).

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.