DA VERBANIA IL VADEMECUM DELLA MUSEOLOGIA DEL PRESENTE

DA VERBANIA IL VADEMECUM DELLA MUSEOLOGIA DEL PRESENTE

Si scrive a Verbania la museologia del presente: il vademecum emerge dal ciclo di incontri Piacere Cultura. Dalla crescita personale alla crescita economica”, pensato per teatri e musei chiamati a reinventarsi dopo la pandemia su progetto dello storico dell’arte e museologo Maurizio Vanni. Sette i punti sintetizzati attraverso workshop e tavole rotonde che hanno visto protagoniste alcune tra le più influenti personalità del panorama culturale italiano al Teatro Maggiore con l’obiettivo di entrare nella vita quotidiana delle persone e migliorarne la qualità.   Temi chiave emersi sono: relazione col territorio creando reti di rapporti virtuosi con associazioni di volontariato e per la sostenibilità ambientale, con gli stakeholder più rilevanti e con le aziende; progettualità finalizzata al bene comune per cui i musei diventano luoghi di interesse pubblico che si rivolgono all’intera società; integrazione dei fondi delle pubbliche amministrazioni attraverso forme innovative di fundraising e business model per ottenere una piena sostenibilità economica; gestione che unisca le competenze del settore pubblico a quelle del privato; Museum Social Responsibility (MSR),  principale strumento di cui le Istituzioni culturali dovranno dotarsi per affrontare le sfide imposte dal post Covid19. j trasformazione dello spazio espositivo in un luogo di socializzazione, attento alle categorie più vulnerabili e ricco di percorsi inclusivi per abbattere le barriere sociali. Diventa una priorità intercettare, profilare, coinvolgere e fidelizzare il pubblico, studiandone lo stile di vita, trasformando la visita guidata in un’esperienza emozionale grazie alle nuove modalità di storytelling, ideando progetti collaterali che includano percorsi di formazione e rafforzando il network col contesto di riferimento; sostenibilità ambientale poichè i musei sono tra gli edifici a più alto impatto;  salute e benessere nei musei; collaborazione continuativa e biunivoca con le università e gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Corsi o facoltà di economia, management, marketing e comunicazione, ma anche antropologia, sociologia, pedagogia, filosofia, psichiatria, oltre a discipline più tradizionali come storia dell’arte, archeologia, museologia e conservazione dei beni culturali, in uno scambio costante di informazioni, competenze e studi; innovazione tecnologica per una migliore valorizzazione del patrimonio, favorendone una più ampia conoscenza attraverso i canali digitali e conservando memoria di opere spesso particolarmente fragili o vulnerabili. La versione integrale del vademecum è scaricabile al link: https://www.ilmaggioreverbania.it/progetti/piacere-cultura-2021/il-vademecum-della-museologia-del-presente

 

 

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com