E20VB, LOGICA E BUONSENSO

E20VB, LOGICA E BUONSENSO

Ho letto nel vostro articolo “Interpellanze ad alta tensione ” che  il consigliere Brignone ha chiesto per la terza volta di precisare i nomi dei componenti della nuova associazione E20Vb definendo poi la risposta del sindaco ai limiti del ridicolo e dell’offensivo e ancora peggio. Sembrerebbe che si celino chissà quali segreti dietro questa associazione, ma mi chiedo che logica abbia questa insistenza quando basta andare sul sito facebook di E20Vb per trovare i nomi  richiesti!   Così scrive un nostro lettore e  non c’è molto da aggiungere se non che spesso non sono certo logica e buonsenso a contrassegnare le controversie politiche. Per la cronaca ricordiamo che i nomi in questione  sono Giorgio Comoli presidente, Gianluca Trentini vicepresidente,  Dario Scalia economo,  Francesca Comoli segretario,  Simone Camisa, Andrea Foroni, Pasquale Calarco, Antonella Angioni consiglieri, Stefania Grieco revisore dei conti, Ivo Casorati volontario.

  1. renato brignone 26 febbraio 2016, 9:32

    La situazione sta diventando imbarazzante anche per me. Le domande che ho posto sono molto chiare e nemmeno complicate, perchè dovrei accettare il silenzio come risposta? Oggi su verbaniamilleventi c’è una lettera che vorrebbe far passare per “illogica” questa insistenza. Francamente è decisamente più illogico che una Amministrazione eviti di rispondere alle domande di un Consigliere. Nella prossima interpellanza che presenterò, riporterò esattamente cosa nel tempo (NON) ha risposto il Sindaco, ma nelle seguenti righe riassumo semplicemente i fatti:
    In data 14 Dicembre chiedevamo all’ Amministrazione , tra le altre cose, chi fossero le persone che componevano l’Associazione “E 20 VB”, non abbiamo ottenuto alcuna risposta.
    In altra interpellanza su altra manifestazione organizzata sempre da “E20VB”, nel Consiglio Comunale dell’11 Gennaio scorso, ci veniva detto dal Sindaco che Ivo Casorati e Gianluca Trentini facevano parte di questa Associazione.
    Da accesso agli Atti del 22 Dicembre, a noi non risultano come componenti le persone di cui parla il Sindaco l’11 Gennaio.
    Ribadiamo dunque la nostra domanda nel Consiglio del 22 Febbraio, tra le altre cose infatti chiediamo: -Se risulta, ad oggi, che altri soggetti, oltre ai tre nominati nell’atto costitutivo, facciano parte di “E20VB”. In caso negativo per quale motivo il Sindaco ha affermato che Ivo Casorati e Gianluca Trentini ne fanno parte?
    Anche in questo caso non otteniamo alcuna risposta, e questo sì è offensivo, ma non per il sottoscritto, ma per il ruolo di controllore che rivesto.

    Per questa ragione dovrò riascoltare le registrazioni e ricordare al Sindaco con quali parole ha evitato di rispondere, e ricordare al Presidente del Consiglio Bonzanini, che il suo ruolo dovrebbe fargli dire al Sindaco che non rispondere non è un opzione accettabile in un Consiglio Comunale.

    Al lettore di cui non vedo la firma, che si interroga sulla logica del mio comportamento, rispondo solo che non sono tenuto a cercare le mie informazioni in Facebook, quando chiedo una risposta istituzionale non sto cercando di passare il tempo, sto adempiendo al mio ruolo.
    Ovviamente il passaggio successivo è facile da intuire, e forse per questo il Sindaco non vuole rispondere, ma non ho fretta, attendo che il Sindaco si prenda il tempo che le serve per comprendere le regole, che mi risponda finalmente in modo esaustivo e poi procediamo con le altre questioni.
    PS una domanda anche a questo anonimo lettore: Ma perchè scrivere a una testata On Line e non direttamente a me?
    Cordialmente
    Renato Brignone

    Reply
    • Nel notiziario non riportiamo dichiarazioni anonime, salvo casi particolari ed eccezionali che possano giustificarle e spiegarle. Che poi i lettori chiedano di non pubblicare il loro nome è un’altra questione. Che poi alcuni scrivano ad una testata giornalistica non è e non sarà certo l’ultimo caso. E che poi non sia del tutto fuori luogo il richiamo a logica e buon senso, “ca va sans dire”….

      sr

      Reply
  2. Ah bene! Adesso i consiglieri comunali devono trovare le risposte alle loro domande su Facebook? Ma stiamo scherzando?

    Reply
  3. beh,la stessa logica il lettore solerte potrebbe applicarla al sindaco.
    se le informazioni che Brignone chiede sono così facili da reperire,perchè il sindaco non risponde? così almeno smonterebbe tutto in un attimo.

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.