LA BOTTEGA DELL’USATO SOLIDALE NON RIAPRE E MANI TESE PROTESTA

LA BOTTEGA DELL’USATO SOLIDALE NON RIAPRE E MANI TESE PROTESTA

A differenza di quanto comunicato al termine del campo estivo, la Cooperativa sociale Mani Tese informa la cittadinanza di non poter aver potuto riaprire la sede della bottega dell’usato solidale di Mani Tese Verbania il giorno 4 settembre. La causa della mancata riapertura deriva del non avvio dei lavori (a seguito dei danni causati dalla tromba d’aria del 12 agosto) di rimozione dei materiali pericolanti e dell’amianto situati sul tetto della chiesa di  Santa Rita. Nonostante i nostri diversi solleciti, la proprietà non è ancora in grado di definire in modo preciso l’avvio e la chiusura di tali lavori, cosa che danneggia economicamente la nostra attività non permettendoci l’apertura e neanche la possibilità di prevederla. Ci scusiamo con tutti i nostri clienti dell’inconveniente, non derivante dalla nostra volontà – si legge in un comunicato di Mani Tese -. Confidiamo di poter comunicare al più presto la data di riapertura al pubblico della bottega dell’usato solidale. Come cittadini, rimaniamo basiti nel vedere che dal 12 agosto ancora rimangono sul tetto della chiesa materiali pericolanti e tegole di amianto: il ritardo nella rimozione di tali materiali pericolosi continua ad esporre i cittadini e soprattutto i frequentatori dell’albergo “Al Centro”, del ristorante attiguo e dei campi sportivi a rischi di notevole entità, di cui probabilmente sono ignari.

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.